2 febbraio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 843 VOLTE

Ospedale Sora, ecco le criticità da affrontare urgentemente. Vinciguerra scrive a Schiavetti

Il Dott. Augusto Vinciguerra ha inviato una lettera al Dott. Schiavetti nella quale sono evidenziate tutte le criticità più urgenti dell’Ospedale SS. Trinità di Sora. Di seguito il testo della missiva.

«Gentilissimo Dott. Schiavetti, La ringraziamo per la puntualità dei suoi riscontri. Come Lei ci ha fatto sapere da circa 10 giorni sono stati attivati presso l’Ospedale di Sora gli 8 posti letto tecnici di PS. Per quanto essi siano stati una piccola boccata d’ossigeno questa realtà è ben lungi dall’assomigliare ad un’OBI o meglio Medicina d’Urgenza (prevista da atto aziendale con 10 posti). Molti sono ancora i pazienti senza sistemazione in attesa di ricovero sulle barelle!

Gli 8 posti letto non hanno un medico di guardia (per la gravissima carenza di personale) se non per pochi momenti della giornata in cui i Medici di PS riescono a recarvisi. La preghiamo pertanto di volerci coadiuvare nel realizzare una Osservazione Breve degna di questo nome con personale Medico e di PS dedicato. Una settimana fa il Direttore Generale Dott. Luigi Macchitella ci ha fatto ufficialmente visita. Come Lei ci ha ridato speranze per il futuro ma molta preoccupazione ha destato il fatto che concorsi e assunzioni necessitano di tempi burocratici abbastanza lunghi e come già discusso con Lei molti Reparti come il Pronto Soccorso, la Medicina, la Pediatria, la Cardiologia sono in grande difficoltà, soprattutto perché molte delle deroghe che ci sono state assegnate sono state infruttuose.

Non ultimo la perdita di tre colleghi anestesisti che nel mese di gennaio hanno lasciato l’incarico presso la nostra U.O. rimanendo così solo in 8 medici per la copertura di due servizi H24. Il Direttore ci ha informato che il giorno 3 febbraio sarà in Regione per chiedere l’autorizzazione per graduatorie più nuove o comunque contratti a termine che ci permettano di arrivare alla fine dell’anno. Contiamo sulla sua attenzione per poterlo sostenere e coadiuvare in tutti i modi possibili.

La prego inoltre di ricordare la necessità di figure apicali quali Primarie e Caposala necessari per rimettere ordine in sistemi troppo allo sbando e per questo meno produttivi. Ultimo ma non meno importante: in questi giorni è stata riaperta la distribuzione del sangue al mattino da parte del nostro Centro Trasfusionale, disgraziatamente e ingiustificatamente ridimensionato nell’ultimo anno. Il numero di parti ricoveri ed interventi che si eseguono al SS Trinità non può per la sicurezza dei pazienti e dei professionisti sanitari basarsi su camminatori in spola continua con Frosinone con tempi e possibilità di disguidi inaccettabili. Sarebbe insomma davvero un peccato se la evidente e fruttuosa disponibilità della Dirigenza aziendale dovesse arenarsi ancora una volta per impedimenti burocratici. La ringrazio ancora una volta per la Sua attenzione e la prego di tenerci informati».

Commenti

wpDiscuz
Menu