28 gennaio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 145 VOLTE

Pallacanesto Roscilli Sora inarrestabile e caparbia: battuta la Nuova Lazio 90 a 76

Bella prova di carattere quella resa dalla Pallacanestro Roscilli Sora, uscita vittoriosa dall’ottimo test contro la coriacea formazione della Nuova Lazio Pallacanestro, con la quale ha ingaggiato una vera sfida all’Ok Corral in occasione della seconda di campionato del girone di ritorno della serie C Regionale.

Difficile rendere l’idea delle sensazioni provate in campo e sugli spalti nell’arco della partita, ed allora, partiremo dalla fine e dai commenti dei diretti interessati, nell’ordine il GM Fabrizio Iannarilli e coach Polidori:

“… sono contento della prestazione della squadra perché abbiamo giocato contro una squadra lunga e forte, una Lazio venuta a Sora per fare risultato di prestigio e, a mio avviso, la più esperta a smaliziata dell’intero panorama di C regionale. Mi è piaciuto l’atteggiamento dei nostri, pur avendo commesso qualche errore di gestione e pur avendo iniziato con un handicap evidente nel gioco e nel punteggio. Dobbiamo considerare che le partite di play-off saranno tutte di questo tipo e,quindi, abbiamo avuto un probante banco di prova.
A fine gara parlando con il coach il presidente della Lazio e il nostro Polidori, tutti ci auguravamo, più sul serio che sul faceto, di non vederci più fino al termine di questa stagione, tanto sono il rispetto e la considerazione che nutriamo reciprocamente….”

“…In campo a tratti si è respirato aria di play-off. Contro la Nuova Lazio abbiamo spesso rincorso nei primi due quarti peccando spesso in difesa dove eravamo troppo permissivi.
Nei secondi due quarti abbiamo continuato a tirare con ottime percentuali sia da due ( quasi il 60%) che da tre (38%) e soprattutto dopo tanto tempo abbiamo sbagliato pochissimi tiri liberi, questo ci ha permesso di ottenere un vantaggio soddisfacente. Qualcosa non mi ha convinto? Sicuramente perchè pretendo sempre tanto da me e dai miei giocatori e anche questa sera potevamo fare meglio a livello difensivo e in attacco non mi hanno proprio convinto alcune nostre giocate.
Contento dell’apporto del pubblico? Dei presenti al PalaBasket certamente si, al momento opportuno si sono fatti sentire e sono stati vicini alla squadra.
Adesso godiamoci la 14ma vittoria e speriamo che in settimana si possa lavorare al completo…”

Dal commento dei diretti interessati passiamo poi alla sintesi degli eventi, senza entrare in dettagli tecnici ma cercando di fotografarne la progressione.

Prologo: la Roscilli Sora capolista fin qui incontrastata, scende in campo per difendere un primato “scomodo”, reduce ancora una volta da infortuni e mali di stagione e per questo vulnerabile; la Nuova Lazio, squadra dall’ottimo organico, insoddisfatta del posto in classifica e affamata di riscatto dopo la sconfitta interna della gara precedente.

Situazione iniziale: un deja-vu per la Roscilli Sora, con una partenza lenta e confusa ed un avversario determinato e più concreto nella fase di avvio, tanto che il primo quarto è in favore dei bianco-azzurri capitolini.

Svolgimento ad incastro dentro e fuori del campo: strategie e controffensiva, azione e reazione, attacco e difesa, botta e risposta, questa la lettura in sintesi della partita. Il canestro dei bianconeri nel secondo quarto sembra voler respingere ogni velleità offensiva e così il quintetto sorano deve faticare non poco per scrivere punti a referto.
Nervi tesi e difesa aggressiva e allora cambiano le dinamiche di gioco: entrano in azione i protagonisti che in entrambe le formazioni armano le loro braccia e colpiscono dall’arco dei 6,75 con percentuali incredibili, soprattutto nel terzo e quarto periodo.
La Roscilli Sora però ha un quid in più e comincia ad allungare sull’agguerrito avversario che non demorde mai, ma nulla può per fermare l’avanzata dei bianconeri.
La partita raggiunge il massimo della tensione e della complessità ed il pubblico risponde a sostegno dei propri beniamini, ottimamente stimolato dallo speaker Aldo Velocci che ha incorniciato le azioni di gioco esaltandone il momento.

Epilogo: gioco, set, partita, la Pallacanestro Roscilli Sora archivia la quattordicesima vittoria tra gli applausi dei presenti e va a 28 punti in classifica.

Considerazioni: come testimoniato dalle dichiarazioni post gara è indiscutibile che la sfida con la Nuova Lazio Pallacanestro può essere considerata solo un assaggio di quello che saranno i play-off, quando ci sarà in ballo un’intera stagione. E’ bene che vengano altre partite come questa, utili anzi utilissime a forgiare corpo e mente in vista di incontri decisivi e psicologicamente delicati.

In questo contesto di successi e soddisfazioni nasce spontanea e gradita l’esigenza di ringraziare chi, come il main sponsor Roscilli e di tutti gli altri sostenitori che come lui hanno riposto fiducia nei confronti della società che sta lavorando per mettere a frutto gli sforzi ed il fattivo contributo apportato. Un sentito ringraziamento per il calore ed il sostegno al Dott. Stefano Marini non solo co-sponsor ma tifoso sanguigno ed entusiasta.

Prossimo incontro in trasferta ospiti della Fortitudo Roma, giovanissima formazione attualmente fanalino di coda della classifica del Girone B, ma non per questo da sottovalutare… Testa, cuore, muscoli e rispetto degli avversari, da non dimenticare mai!

Finale: 90 -76
Parziali:17-21; 20-17; 26-18; 27-20;

Tabellini:
SORA: Jonikas 17 -Fiorletta – Ferrari – Boffelli 21 – Martini 4 -Porretta – Iannarilli 6 – Fontana 17 – Laudoni 25 -All. Polidori, ass. Basile-Incelli –
SS NUOVA LAZIO: Cipriani 2 – Giambene – Ramundo 11 – Simeone 14 – Tavelli 20 – Piazza 4 – Buralli 4 – Guidi 4 -Carrano 5 – Esposito 12 – All. Bocci –
Arbitri sigg. Panatta – Giannuzzi

Pallacanestro Roscilli Sora – Ufficio Stampa

Commenti

wpDiscuz
Menu