17 febbraio 2016 redazione@sora24.it
LETTO 1.574 VOLTE

Paolo Ceccano: “La gestione dell’acqua deve ritornare pubblica”

Giovedì 18 febbraio si riuniscono in Sindaci della Conferenza dell’Ambito Territoriale Ottimale 5. I Sindaci della Provincia pur nella loro diversità di giudizio sull’operato dell’ACEA, dovrebbero condividere all’unanimità la constatazione che le inadempienze contrattuali con le quali l’Acea ha finora qualificato la sua opera, siano motivi più che fondati per avviare al più presto la risoluzione del contratto.

I dati di fatto evidenziano sempre più che tutta l’operazione di privatizzazione di un bene primario, qual è l’acqua, altro non ha prodotto se non l’aumento esorbitante dei costi sostenuti dai cittadini e un abbassamento progressivo della qualità del servizio. La Conferenza dei Sindaci, quale organo preposto alla ratifica delle tariffe e degli standard qualitativi del servizio, deve porre in termini inderogabili questa questione e chiamare a rispondere l’Acea su tutti gli aspetti riguardanti dette inadempienze. I sindaci debbono essere la voce riflessa delle popolazioni di questa zona del Lazio sempre più vessata e che da anni cerca di levare la voce del proprio disagio che resta purtroppo inascoltata.

L’obiettivo rimane la rescissione del contratto e ricondurre ad una forma pubblica la gestione dell’acqua che respinga in maniera definitiva l’idea che questa possa essere un bene commerciabile e su cui far profitto.

Per far si che queste proposte possano giungere all’interno dell’assemblea dei Sindaci, ci mobiliteremo lo stesso giorno con un presidio che possa raccogliere quante più voci possibili e presidieremo la piazza durante tutta la durata dei lavori. Invitiamo pertanto i cittadini, le forze politiche e sindacali ad unirsi alla manifestazione affinché si raggiunga una sola soluzione al problema: la gestione pubblica dell’acqua, condizione essenziale perché si possa riconsegnare l’acqua ai legittimi proprietari, i cittadini.

Il segretario Provinciale

Paolo Ceccano

Commenti

wpDiscuz
Menu