13 aprile 2015 redazione@sora24.it
LETTO 5.573 VOLTE

Paolo Prata lascia il Sora ed il calcio: la sua lettera di addio

«Sì, è proprio così: una scelta difficile anzi, per dirla tutta, difficilissima! Decidere di mettere da parte la mia più grande passione, non è stato facile. Un lungo e costante lavoro di valutazione mi ha accompagnato per diversi mesi nel tentativo di mettere d’accordo cuore e mente… ma poi è arrivato il momento della scelta. È per questo che voglio confidare i miei pensieri, quei pensieri che mi hanno indotto ad assumermi una responsabilità non sull’ onda di un’impetuosa emozione ma sulla scia di una profonda riflessione.

Sicuramente potrà sembrare opinabile abbandonare ad un mese dalla fine del campionato, e di questo ne sono pienamente consapevole, ma sono altresì consapevole di non riuscire più a conciliare l’impegno calcistico, con allenamenti quotidiani, e quello universitario. Avevo già manifestato alla Società, diverso tempo fa, questo mio disagio ma, considerato il disappunto, ho provato a stringere i denti per cercare di onorare, come ho sempre fatto, gli impegni con la mia squadra.

Purtroppo ho dovuto constatare l’impossibilità di proseguire su questa strada se non compromettendo l’anno accademico. Anche in considerazione della mia età, calcisticamente parlando, ormai matura ho capito di non avere chance da giocarmi in questo settore e senza illusioni né delusioni ringrazio la Società, i Mister, i compagni, i tifosi e tutti coloro che mi hanno sempre incoraggiato e mi hanno concesso l’onore di indossare la maglia del Sora».

Paolo Prata

Commenti

wpDiscuz
Menu