15 marzo 2012 redazione@sora24.it
LETTO 4.881 VOLTE

“Parlami d’America”: Gli Americani? Amano l’Italia! (di Cinzia Uriati)

Carissimi Amici lettori, eccoci di nuovo con un’altro articolo di “Parlami d’America”, questa volta vi parlero’ dell’affetto che gli Americani riservano per noi Italiani. Iniziero’ col menzionarvi di Monumenti dedicati agli Italiani situati qui nel Rhode Island ed intorno gli States.

La foto che vedete qui al lato, riproduce l’immagine di Cristoforo Colombo, difatti questa statua si trova al centro del paese di Westerly a sud di Providence, ma statue come questa in Rhode Island ed in tutta l’America ce ne sono molte come valore di commemorazione per la grande scoperta fatta dal nostro connazionale, anche se in verita’ scopri’ altre terre e non proprio l’America del Nord, ma comunque qui viene ricordato con grande affetto e viene festeggiato ogni 12 di Ottobre. Questo, tuttavia, sara’ argomento di un nuovo articolo. Columbus Day Ambasciata Italiana Washinghton D.C
Un altro dei monumenti costruiti dagli Americani per dimostrare l’affetto nei nostri confronti e’questa statua al lato, che riproduce una coppia di Immigrati Italiani del 1830 che si trova presso Saint Luis nel Missouri al lato di una chiesa Romana Cattolica.
L’immigrazione italiana negli Stati Uniti e’ stato un fenomeno davvero determinante, la massa di persone che piano piano si sono stabilite nei vari Stati, apportando nuove culture, nuove ideologie nuovi modi di fare, ha fatto si che segnasse profondamente anche la cultura delle altre persone in quanto, non per vantarci, ma il nostro modo di vivere la nostra cultura, i nostri valori sono ammirati. E ancora oggi, posso sentire personalmente questa ammirazione all’Italia, difatti per fare solo un esempio, proprio l’altra sera guardavo in Tv, un concerto eseguito da tre ragazzi Italiani Gianluca, Piero ed Ignazio un gruppo chiamati “IL VOLO” presso il teatro di Detroit avvenuto lo scorso Ottobre. Beh, devo riconoscere che questi ragazzi sono eccezionali, ma il calore che c’era in quella sala, l’entusiasmo, l’amore per la musica Italiana si percepiva anche al di la’ dello schermo di casa, ed io per dirvelo sinceramente mi sono emozionata per tutto il tempo.

Per non parlare della cucina Italiana, e’ assolutamente un cult qui. E’ apprezzata anche meglio della nostra vicina Nouvelle Cuisine. Vanno pazzi per tutti i ristoranti Italiani, se vuoi dire una cosa forte, beh devi dire che sei stato a cena dall’ultimo ristorante Italiano che ha aperto di recente in zona.

La cosa curiosa e’ che ci sono pietanze come “Pasta Alfredo” o “ chicken parmesan” (pollo e parmiggiano) che sinceramente in Italia non ho mai assaggiato, ma che, consultandomi con varie amiche Italiane di diverse Regioni dell’Italia stabilite qui, abbiamo appurato che queste pietanze sono vecchie ricette importate e che ormai non vengono quasi piu cucinate in Italia, ma che qui non vengono mai cancellate perche’ fanno parte della cultura Italo-Americana.

E poi ancora, la nostra lingua l’Italiano e’ ritenuta molto sensuale, cosa che noi magari pensiamo dello Spagnolo, no?

Oltre ai Monumenti qui negli States si trovano tantissimi Musei in onore all’Italia. Ne posso citare qualcuno che magari mi e’ rimasto piu’ impresso nella memoria, tipo “American Italian Heritage Museum” in Albany N.Y. E’ un sito grandissimo ove al suo interno e’ tappezzato in ogni angolo, arredata ogni stanza, insomma pieno zeppo di mobili, foto, scritture, cartine, opere d’arte e quant’altro. Conservato in maniera zelante da un grande professore Italiano Philip Dinovo. In questo Museo si puo’ trovare anche una grande targa ove sono scritti i nomi di alcuni immigrati e il paese di origine. Un’altro famoso sito ove poter trovare i nomi di tantissimi emigrati Italiani e’ il famosissimo Ellis Island a New York, situato vicino la Statua della Liberta’ era il punto d’ingresso in America una volta arrivati al porto di N.Y. con le navi.

Altro museo interessante da visitare si trova nei pressi della “Little Italy” a Manhattan New York. Tutti i musei Italiani situati qui negli Stati Uniti sono consultabili sul sito Internet. Essi oranizzano varie attivita’ come gite, corsi di lingua, ricerche, creano associazioni per attivita’ piu’ disparate come tornei di bocce e atri sport tipicamente Italiani.

Come potete notare dalle foto sopra esposte Le “Little Itay” si trovano quasi in tutti gli Stati dell’Amarica oltre che in altri Stati del mondo come Canada, Australia, Cile, Messico e cosi via. Si tratta di vere e proprie zone di insediamento all’epoca delle grandi immigrazioni, ove i nostri connazionali costruirono fabbriche, negozi, abitazioni. Aree il quale oggi e‘ possibile  trovare alberghi, ristoranti, bar, negozi tipici, con prodotti regionali, dalla pasta Buitoni, alla Nutella, all’Olio d’oliva Monini ai vasi di De Ruta alle caffettiere Bialetti e cosi via. Nonche’ dei buoni compaesani che ti danno il buongiorno ed un sorriso smagliante.

Altra cosa simpaticissima che puoi vedere in giro per l’America sono alcune auto ove sul baule posteriore puoi trovare  un piccolo adesivo raffigurante la bandiera Italiana. Questo segno fa intendere che il conducente (o chi per lui) e’ di origine Italiana. Questo segno come tutti quelli descritti sopra lasciano trapelare quanto amore c’e’ per la nostra patria da noi che viviamo all’Estero.

Finche’ si vive in Italia, a volte si e’ frustrati, stanchi di alcune situazioni comuni, e spesso anche arrabbiati tanto da sentire cosi’ forte il desiderio di cambiare aria, ma quando ne sei fuori, allora realizzi che il nostro Paese e’ il piu’ bello del mondo, che la nostra cultura fa invidia, abbiamo paesaggi favolosi, mari incantevoli, il valore della famiglia fortissimo, insomma abbiamo un tesoro immenso che non va assolutamente distrutto. Nonostante ci si trasferisce altrove per qualsivoglia motivazione sia essa familiare, economica, lavorativa, etc, gli Italiani tengono sempre alto il valore del nostro Paese. Valore che deve restare sempre sano e saldo nelle vostre menti.

Saluti da oltre Oceano Cinzia

Commenti

wpDiscuz
Menu