Pubblicità

“Partecipazione e Trasparenza” (di Rodolfo Damiani)

Pubblicato ilvenerdì 3 giugno 2016   
Pubblicità

Quando i politici chiamano in causa troppo spesso un concetto è sicuramente perché debbono farci digerire qualche rospo pantagruelico. La Regione Lazio cita sempre la trasparenza e la partecipazione o a cappello o a conclusione di provvedimenti il cui iter e la cui conclusione mancano proprio di quelle due caratteristiche. Sembra ormai accertato che la provincia di Frosinone sia destinata ad essere la periferia della provincia di Caserta (proposta Morassut) o tributaria della provincia di Latina.

Pubblicità

Storicamente , culturalmente , geograficamente e politicamente tali scelte denunciano ambedue una assoluta incongruenza e fanno immediatamente pensare a motivi di tutt’altro genere. Le prime mormorazioni le abbiamo iniziate a sentire a proposito di accentramento dei consorzi di bonifica, argomento su cui non vediamo la convenienza operativa rispetto alla capillarità e alla tempestività degli interventi. Non capiamo assolutamente perché Frosinone debba essere tributaria di Latina e perché non è possibile fare una scelta di segno contrario.
Le ragioni fino ad ora addotte non convincono nessuno se non che in alto loco si è scelto di ridimensionare Frosinone,anche in termini economici , comportando l’accentramento anche una perdita economica in termini di salari.

Ora dopo le reiterate promesse, a fronte delle lotte per la riqualificazione della sanità ciociara, troviamo la sorpresa di Latina DEA di II° livello, con buona pace delle aspirazioni portate avanti con grandi manifestazioni , digiuni e incontri in cui venivano prefigurati scenari compensativi, le cui proposte non abbiamo mai viste attuate.
Con l’amara pillola ci sono stati propinate due anticipazioni compensative, stanziamenti per l’edilizia sanitaria, che di edifici ne ha da far ballare i sorci e di spazi mai occupati c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma forse vorranno solo dare una romanella alle pareti, e interventi sulle liste di attesa.

Di prese in giro BASTA!!! Circa due anni fa sono stati stanziati fondi cospicui, magnificati in toni trionfali per gli interventi per migliorare le liste di attesa , ma al momento di verificare le risultanze i cittadini avevano le stesse difficoltà di accesso e i fondi non si capiva che fine avessero fatto. In Ciociaria non c’è qualche Pretore curioso che voglia verificare i fatti!!!

Poi sono venuti i provvedimenti limitativi degli accessi, discriminatori e anticostituzionali, alle prestazioni, che rendono aleatorio il ricorso al SSN, ancora la falcidia dei sanitari che stanno rendendo marginali una serie di servizi e il balletto dei dirigenti con il corollario di coprire un altare con quello che si toglie ad un altro.
Con tali promesse si vuole forse impedire che i cittadini capiscano che il ridimensionamento sanitario comporta anche perdite economiche dirette ed indirette a danno di una provincia ormai in corsa per gli ultimi posti in Italia.

Le prossime elezioni amministrative possono dare un segnale contrario a questi maneggi andando tutti a votare e a dare un voto cosciente , un voto politico che estrapoli le liste civiche di comodo ,create solo per riciclare gli uomini buoni per tutte le stagioni che solo fittiziamente hanno interrotto i cordoni ombelicali con i loro partiti.
Tengano conto i cittadini di chi di questi signori ha votato le macroaree ai tempi della Polverini, ricordino chi ha avallato per ben due volte un atto aziendale distruttivo per la sanità del territorio , che ha votato per ben due volte gli aumenti dell’ATO 5, senza ascoltare il parere dei cittadini, non hanno onorato ieri il rapporto con i cittadini , ignorandone le richieste e non ritenendo prioritarie le loro necessità. Credo che siano scarsamente credibili quando parlano di trasparenza e partecipazione, non corriamo ancora rischi, non votiamoli. Con un voto cosciente , anche se delude l’amico e non è parentale,daremo un segnale a chi ci vuole sudditi a Roma e ai loro gaulaiter nei comuni.

Rodolfo Damiani

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net