18 agosto 2014 redazione@sora24.it
LETTO 2.610 VOLTE

Pasquina, altri 100 di questi giorni!

Un film Tv gli ha reso omaggio. Si moltiplicano le cerimonie di commemorazione del suo sacrificio a Fiesole. Ma sicuramente in pochi sanno che, di Alberto La Rocca, è tutt’ora vivente una sorella maggiore, che il 18 Agosto raggiunge il ragguardevole traguardo dei 100 anni. Pasquina è una degli undici figli della famiglia La Rocca, composta di otto maschi e tre femmine. Di dieci anni più grande del carabiniere medaglia d’oro Alberto La Rocca, si sposò a venti anni. Dal suo matrimonio, nacquero sette figli.

Emigrò in Canada nell’aprile del 1958, a quattordici anni di distanza dal sacrificio del fratello. La notizia del viaggio fece un certo scalpore, finendo addirittura sui giornali del Canada perché si trattava di dieci persone: Pasquina, il marito Salvatore, il fratello Luigi e appunto i sette figli. E’ rimasta sempre stata molto legata a Sora ed è tornata spesso, l’ultima volta nel 2005, per ritrovare i tanti parenti e a ripercorrere i luoghi della sua giovinezza: fra tutti, la chiesa di Valleradice e il mercato del giovedì. Per niente intimorita dall’età, giura che farà quanto prima un altro viaggio a Sora!

Qui, infatti, vivono ancora due fratelli – anch’essi molto longevi e in piena salute: Luigi di 98 anni e Maria di 96; e poi le cognate e una nutrita schiera di nipoti, che idealmente si stringono in un forte abbraccio oltreoceanico alla zia centenaria. In Canada, un particolare momento di festa le sarà dedicato nella serata di gala del prossimo 17 Settembre, in occasione della manifestazione conclusiva per la raccolta fondi per la ristrutturazione della Chiesa della Madonna Delle Grazie di Sora. Saranno presenti, tra gli amici del comitato, anche uno dei nipoti Alberto La Rocca, il parroco Don Bruno Antonellis e il Sindaco di Sora Ernesto Tersigni.

Intanto, Pasquina si gode la sua serena vecchiaia circondata dall’affetto dei suoi figli, di 18 nipoti e di 24 pronipoti. Ancora ricama con l’uncinetto biancheria e tovaglie per le nipoti, alle quali, tra l’altro, sta cercando di tramandare la ricetta della famosa “ciammella”. Con tutti loro, lunedì 18 spegnerà la sua centesima candelina! Tanti auguri!

Commenti

wpDiscuz
Menu