23 novembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 663 VOLTE

Pd, Angelo Prospero risponde a Scalia: “Dal Senatore mi aspettavo una replica con argomentazioni politiche”

Prendo atto con una certa meraviglia della qualità della risposta data al mio comunicato stampa dal Senatore Scalia: anche se in maniera sicuramente aspra ho tentato una analisi politica della situazione attuale del PD ed aspettavo pertanto una replica fatta di argomentazioni politiche, non insulti personali! Credo nell’utilità del confronto, anche acceso, ma una cosa è scontrarsi per raggiungere il fine comune del rafforzamento del partito, altro è l’insulto teso ad eliminare politicamente l’interlocutore.
Prendendo atto con rammarico del terreno di confronto scelto dal Senatore, chiedo allora a Scalia:
  • Perché sei mesi prima del voto lasciò la guida dell’amministrazione provinciale per andare a ricoprire la carica di assessore regionale (Giunta Marrazzo) consentendo alla destra di conquistare la provincia di Frosinone?
  • Perché dopo il primo mandato da consigliere regionale (Giunta Polverini) non è stato ricandidato per la stessa carica in nessuna delle liste pro Zingaretti?
  • Quante cariche politiche ha ricoperto il neo – rottamatore Scalia?

In attesa di tempi migliori per le sorti della politica italiana e per la possibilità di avere spazi per una seria discussione, faccio notare che, contro di me, Scalia adopera lo stesso linguaggio usato dall’ex assessore provinciale alla caccia Loreto Serapiglia: davvero Scalia, che strumentalmente mette avanti la “freschezza” della neo eletta segretaria di Sora, pensa di poter diffondere il messaggio politico del PD utilizzando la voce e le antenne di Serapiglia? Il nostro territorio e la nostra provincia meritano qualcosa di più serio.

Angelo Prospero (ex segretario sezione pds di Sora)

Commenti

wpDiscuz
Menu