30 giugno 2014 redazione@sora24.it
LETTO 762 VOLTE

«Permettetemi di raccontarvi una bella giornata sorana ed internazionale»

A dire la verità Sabato mattina ero partito senza tanto entusiasmo, guardavo il cielo sereno e pensavo: “bah, una giornata di mare persa”. Arrivato a Roma il mio stato d’animo è addirittura peggiorato: in via della Conciliazione eravamo proprio pochi. Ad onor del vero bisogna aggiungere che erano le 13:30, il sole picchiava abbastanza e la gente era tutta in coda per visitare la Basilica di S.Pietro, Complessivamente, tuttavia, tra di noi c’era l’allegria tipica di una gita fuori porta, il che mi rasserenava solo parzialmente, perché mi aspettavo di più.

DSC_0134

A partire dal tardo pomeriggio, però, la situazione è totalmente cambiata. Mentre il gruppo di Sora lavorava alla realizzazione della sua opera, ho effettuato un primo giro di scatti fotografici curiosando tra gli altri gruppi e soffermandomi in particolare sulla concentrazione delle persone al lavoro. Tutti si dedicavano religiosamente al proprio compito, ogni gruppo era organizzatissimo: chi preparava i petali, chi disegnava, chi decorava.

DSC_0118

Osservando la scena dall’inizio della Piazza Pio XII, con San Pietro alle spalle, si potevano ammirare centinaia di persone che operavano senza sosta: sembrava il meccanismo interno di un enorme orologio, il tutto arricchito da un magnifico profumo di fiori e da mille dialetti diversi. Stupendo.

DSC_0211

Lungo via della Conciliazione, invece, c’erano, oltre a noi sorani ed altri connazionali, tanti gruppi provenienti da ogni parte del mondo: Giappone, Spagna, Messico, ecc. Anche in questo caso la cura dell’opera era meticolosa e tutti gli infioratori erano a capo chino, totalmente presi dal proprio lavoro.

DSC_0227

Nel tardo pomeriggio la presenza di curiosi a passeggio è aumentata esponenzialmente, un gran numero di turisti di tutti i continenti del mondo, ma anche religiosi, si sono fermati a guardare e fotografare i lavori, compreso quello di Sora. Tutti hanno apprezzato la nostra opera, realizzata non con i fiori bensì con il sale. Hanno letto il nome della nostra città, visto la foto del nostro centro storico scattata dall’alto, condiviso la bellezza del nostro “presepe permanente abbracciato dal Liri”: insomma, l’iniziativa di sabato scorso è stata, tra l’altro, un enorme spot internazionale per Sora. Le persone, difattti, scattavano ripetutamente fotografie, commentavano e prendevano nota dicendo: “Sora!”. Chissà, forse un giorno passeranno dalle nostre parti.

DSC_0233

In tarda serata, con tanti lavori ancora in corso (alcuni gruppi hanno preferito iniziare nelle ore più fresche) ho effettuato un altro giro da via della Conciliazione a Piazza Pio XII per fare gli ultimi scatti alle opere finite ed anche a quelle che prendevano forma. Passeggiando vedevo centinaia di facce stanche ma sorridenti, ma soprattutto ammiravo nuovamente la disarmante grandezza rappresentata dall’unione di tanti popoli diversi per storia, tradizioni, dialetto, tutto, ma impegnati con grande dedizione nella realizzazione dell’opera che all’alba ha preso definitivamente forma.

DSC_0505

La giornata di Sabato 28 Giugno, in definitiva, mi ha dimostrato per l’ennesima volta che le cose più grandi si fanno unendo le forze. Se in quel luogo ci fosse stata solo l’opera realizzata dall’associazione Il Torrione di Sora, ad esempio, magari anche cento o mille volte più bella, sarebbe stata comunque inutile, nonostante la presenza della spettacolare cornice di S.Pietro. Al contrario, in quello spazio c’erano tantissime opere, realizzate da centinaia e centinaia di persone, per un risultato finale che definire grandioso è poco. È stata davvero una bella giornata sorana ed internazionale.

Lorenzo Mascolo – Sora24

NOTA BENE: STIAMO CARICANDO TUTTE LE FOTO A NOSTRA DISPOSIZIONE, CIRCA 500. IN GIORNATA VI INDICHEREMO I LINKS DOVE POTRETE GUARDARLE ED EVENTUALMENTE SALVARLE E CONSERVARLE.

Commenti

wpDiscuz
Menu