2 marzo 2012 redazione@sora24.it
LETTO 233 VOLTE

Valle di Comino – Pittiglio (PD): due pesi e due misure da chi a Roma vota contro la Valle di Comino

Due pesi e due misure si intitola un convegno promosso nei prossimi giorni in Valle di Comino. Pur di nascondere i fallimenti dei governi di centrodestra in Provincia ed in Regione si torna alla pura demagogia del separatismo e della Regione del Basso Lazio. Vedere Iannarilli intervenire per difendere il nostro territorio è paradossale. Un territorio, quello della Valle di Comino, che consegna il record negativo alla Polverini e ai suoi uomini del Pdl sparsi sul territorio. Oggi vengono a raccontarci la favola della difesa del territorio e ieri votavano nei rispettivi consigli la chiusura degli ospedali, dei centri per l’agricoltura, delle scuole, del centro per l’accoglienza turistica e sono sempre più i problemi relativi al servizio del trasporto pubblico, con denunce fatte dai sindaci e dai cittadini, che non hanno avuto nessuna risposta se non un menefreghismo preoccupante. Una passerella che deve far riflettere i cittadini della valle di comino che nelle tornate elettorali passate hanno ben premiato il centro destra di Iannarilli e Cusani. Oggi i cittadini della Valle non hanno più servizi, un bacino di quasi ventimila abitanti che solo con il sacrificio vero e reale dei sindaci che lottano sul territorio mantiene un livello discreto. Ci dicessero i due Presidenti come devono fare i cittadini della Valle per curarsi, istruirsi, viaggiare su autobus degni di questo nome, usufruire dei servizi per l’agricoltura e per il turismo vista la vocazione della Valle e non venissero a raccontarci le solite fandonie sulla necessità di staccarci da Roma o ancor peggio confondere e illudere per non vedere i problemi reali. Con l’entrata in vigore dei decreti di Roma capitale, di fatto la città di Roma non peserà più sul bilancio regionale. I due pesi e le due misure sono di chi a Roma vota contro il territorio e qui racconta il contrario. Per non parlare, poi,  del fallimento politico di chi ha permesso alla Polverini di governare con migliaia di voti e oggi non  ha voce in capitolo nella giunta regionale.

Enrico Pittiglio

Segreteria provinciale PD


Commenti

wpDiscuz
Menu