26 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 725 VOLTE

Presentato il Festival degli Artisti di Strada “SORA BUSKERS 2012”, in programma Sabato 28 e Domenica 29 Luglio

Il “Sora Buskers Festival” è stato presentato ufficialmente alla stampa, stamani, presso la Biblioteca Comunale di Sora. L’Assessore alle Politiche Culturali Andrea Petricca ed il Direttore Artistico Guglielmo Bartoli hanno illustrato l’iniziativa che si svolgerà a Sora sabato 28 e domenica 29 luglio con il patrocinio del Comune di Sora e della Presidenza della Regione Lazio. Entrambi hanno parlato di “un salto di qualità” per questo festival degli artisti di strada che sembra, davvero, avviato ad affermarsi nel panorama nazionale delle kermesse di settore.

“Nel programma di “VIVI SORA: l’Estate di Sora” abbiamo preferito focalizzare l’attenzione su alcuni eventi importanti tra i quali il Sora Buskers Festival – afferma l’Assessore Petricca – Ringrazio Guglielmo Bartoli che da molti giorni è già in città per lavorare al meglio all’organizzazione della kermesse. Un grazie va anche allo staff del mio assessorato che coordina lo svolgimento di tutti gli eventi estivi”.

Il Buskers festival, alla sua seconda edizione, è dedicato all’arte di strada che da sempre anima le piazze delle città di tutto il mondo, accende i sorrisi dei bambini, incantando il pubblico ed offrendo un allegro spettacolo o una palpitante esibizione in cambio di pochi spiccioli. Mille sono i suoi interpreti, e spaziano dalle arti teatrali, a quelle circensi e musicali, senza scordare la danza e le acrobazie i burattini e le marionette, le statue ed i trampolisti, le bande musicali i mimi e i giocolieri.

“Due sono le cose che avranno sempre in comune gli artisti di strada: la strada, come spazio scenico e scenografico, e la poesia, indispensabile per “catturare” il pubblico ed invitarlo senza cartelloni e senza preavvisi ad assistere allo spettacolo, unendosi agli altri nel “cerchio”, luogo mistico dove avviene lo scambio di emozioni tra artista e spettatore” spiega il direttore artistico Guglielmo Bartoli, già ideatore dei famosi “Fasti Verulani”.

Nel “Buskers Festival” la poesia viene interpretata da artisti di tutti i generi e di grande esperienza che si esibiranno in 10 postazioni, reinventando e ridisegnando angoli caratteristici e stupende scenografie naturali, offerte dal centro storico. Lo spettatore, percorrendo strade e vicoli spesso inediti, troverà Comici giocolieri come Warner con i suoi palloni, o Andrea Farnetani, manipolatore ed esperto di equilibri, o la Compagnia Autonoma Tenenti mimo performer, passando per le acrobazie aeree di Viola Bruni e quelle della trapezista Monica Rois dall’Argentina; poesia tra le fiamme di Nirname il fachiro e dei Focolieri, tra le clave dei Fools Wing e le trasformazioni giocolate di Jacopo Candeloro, le sfere di cristallo e la magia del Conte Schippa da Spoleto, la patafisica di Stefan(in)o, poesia tra le note dei funkallisto e di Claudio Montuori e tra i ritmi Dei Sambarato e della Murga, nell’immobilità di Ari Nunes dal giovane Circo Brancaleone, da tutti gli ospiti presenti. E ancora poesia nella favola raccontata, in piazza S. Restituta, sabato 28 dagli Atmo: un grande spettacolo intitolato “Storie Tra Raggi di luce”.

Due giorni di grande spettacolo quindi, per grandi e specialmente per bambini, per aiutarli a sognare.
“Il tema di quest’anno è “la poesia”! E la strada?In un periodo come quello che stiamo vivendo, la strada e la piazza sono luoghi da recuperare, da sempre usati per incontrarsi e scambiare opinioni, per ritrovare una collettività che sembra perduta e magari per trovare soluzioni nuove a problemi comuni insomma come diceva Gaber “ c’è solo la strada su cui puoi contare, la strada è l’unica salvezza” – afferma il direttore artistico Guglielmo Bartoli.

[nggallery id=508 template=caption]

Commenti

wpDiscuz
Menu