31 maggio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 560 VOLTE

Presentato in Provincia il primo Festival “I Borghi più belli d’Italia”: Boville Ernica e San Donato Valcomino protagonisti dell’evento

Quale palcoscenico, se non la provincia di Frosinone, poteva ospitare il “Primo Festival dei Borghi più belli d’Italia”. E proprio in Ciociaria e in Alta Terra di Lavoro, rispettivamente a Boville Ernica e a San Donato Valcomino, si terrà l’interessante iniziativa il 22, 23 e 24 giugno. Una tre giorni di altissimo livello, a cui parteciperanno con stand espositivi circa cinquanta tra i borghi più belli di Toscana, Molise, Umbria, Marche e Lazio. In più, delegazioni di Liguria e Puglia. Il Salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone ha ospitato questa mattina la presentazione dell’evento. Presenti i sindaci di Boville, Piero Fabrizi; di San Donato Valcomino, Antonello Antonellis; Nicola Milani, dell’Anci; l’assessore provinciale al turismo Massimo Ruspandini; l’assessore provinciale alla cultura Antonio Abbate e il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

Nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 si terranno visite guidate dei centri storici di Boville e San Donato, con l’apertura straordinaria di palazzi e monumenti, mentre nei ristoranti saranno serviti menù di prodotti tipici. Nello specifico, il programma della tre giorni prevede una conferenza di apertura della manifestazione il22 aSan Donato, alle ore 18 presso il Teatro comunale, e la serata conla Super OpenBand diretta da Ferruccio Gelli. Il 23 sarà Boville ad ospitare l’apertura degli stand dei Borghi più belli d’Italia, alle 10; seguirà il convegno dal titolo, “Opportunità nel mondo dei borghi” e poi tutta una serie di spettacoli musicali: Ensamble del Conservatorio Refice, l’Orchestra di Zampogne del Molise, l’Orchestra della scuola media Armellini ela OGMMOrchestradi Alfredo Santoloci.

Conclusione domenica 25 sempre a Boville, ancora con un mix tra musica e dibattiti. Un convegno nella sala consiliare del Comune, a cura del prof. Karrer, sull’assetto strutturale strategico e poi tanta musica: la banda Aurora di Boville, il Quartetto Sax del Conservatorio di Frosinone, i Canti rurali di Massimiliano Mastrantoni, SixTone. Presso il Museo civico, invece, è previsto l’appuntamento “I Giovani e il Vino”. Comun denominatore degli interventi dei relatori intervenuti alla presentazione la soddisfazione per l’organizzazione di un evento di grande spessore che serve a valorizzare e promuovere il territorio della provincia.

Le conclusioni della giornata sono state affidate all’assessore Antonio Abbate. “Non posso che esprimere la mia più viva soddisfazione per questa iniziativa ospitata nel nostro territorio – ha dichiarato l’assessore Abbate – Per questo motivo, voglio complimentarmi con i Comuni di Boville Ernica e di San Donato Val di Comino, che hanno recepito in pieno il messaggio che da tre anni l’amministrazione Iannarilli sta lanciando al territorio. Recuperare la nostra tradizione culturale, le nostre bellezze artistiche, paesaggistiche e culinarie per trasformarle in combustibile inesauribile della nuova macchina industriale di questa provincia: la sua Storia. In questa direzione si inserisce una strategica iniziativa chela Provinciasta portando a conclusione: il percorso della Via Benedicti, che da Subiaco, toccando le zone più significative della nostra spiritualità, arriva a Montecassino e la cui inaugurazione è prevista per il prossimo mese di luglio. Attraverso tale progetto doteremo il territorio di un ulteriore strumento, punto di forza per un più ampio piano strategico, teso al decollo del nostro turismo”.

Commenti

wpDiscuz
Menu