18 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 853 VOLTE

Protesta I.T.A.S. contro il malfunzionamento del riscaldamento e problemi strutturali

“Senza termosifone al mio fianco, resto fuori con il branco” Nasce anche all’I.T.A.S. (Istituto tecnico per attività sociali) la protesta contro il malfunzionamento dei servizi e in modo particolare quello del riscaldamento. Dopo quelli del Liceo Scientifico, gli studenti dell’I.T.A.S. si sono coalizzati per manifestare il proprio disagio. Le aule dell’istituto sono sempre più fredde, soprattutto quelle che si trovano nei piani alti dell’edificio. Nonostante sia parzialmente attivato il riscaldamento, nelle classi non si raggiunge la temperatura minima di 18 gradi, come previsto dalla legge. Ragazzi e docenti sono costretti a stare in classe con cappotti, sciarpe, cappelli, termosifoni che non funzionano, porte che non si chiudono e finestre rotte; ogni giorno dobbiamo stare al gelo, poiché la Provincia non ascolta le esigenze richieste dai ragazzi, bensì si impegna sempre più a risparmiare. Stanchi di tutto ciò, gli studenti vogliono farsi sentire attraverso cori, striscioni e scioperi. Con l’autorizzazione da parte della polizia, è stata organizzata una manifestazione che si terrà il giorno 20 gennaio 2012 ed avrà inizio nei pressi dell’ I.T.A.S. Noi necessitiamo di questi servizi, anzi, abbiamo il diritto di riceverli!

Manuel Lecce

Commenti

wpDiscuz
Menu