giovedì 3 aprile 2014 redazione@sora24.it

Quattro dissuasori di velocità in via Cellaro a Sora: ecco dove sono

Nella giornata di ieri sono stati collocati 4 dissuasori in via Cellaro ed altri in varie zone di Sora, come ad esempio via Marsicana. Tralasciando per un attimo i dettagli tecnici, ampiamente trattati nel post scritto dall’amico Riccardo sulla pagina Fb del giornale e che successivamente abbiamo pubblicato anche in prima pagina (leggi l’articolo), vogliamo soffermarci sul posizionamento ma soprattutto sul numero delle cabine sistemate lungo via Cellaro, certamente la strada più pericolosa della città.

Due dissuasori sono stati collocati nei pressi dell’incrocio con via Ponte Marziale, scelta ovviamente logica. Di seguito le immagini delle cabine.

10173732_10202713264826006_321502882_n

1013569_10202713265226016_1474557049_n

Altri due sono stati collocati nel tratto finale della strada, in direzione via Costantinopoli. Anche in questo caso la scelta sembra corretta. Di seguito le immagini delle cabine.

10156047_10202713266106038_1755192794_n

10177405_10202713265626026_662961578_n

Detto ciò ci poniamo alcune domande:

  1. Tra l’incrocio con via Ponte Marziale, quello con via Pantano e quello con via Vicenne, un km abbondante di strada, non ci saranno dissuasori?
  2. Saranno sufficienti dei dissuasori (anche se dovessero esserne collocati altri) per limitare la velocità dei veicoli su via Cellaro?
  3. Prima di procedere all’acquisto dei dissuasori, non sarebbe stato il caso di confrontarsi con i sindaci di Atina, Castelnuovo Parano e Spigno Saturnia per informarsi sui risultati avuti in quei comuni, visto che sulla statale della Vandra e sulla Cassino-Formia i dissuasori ci sono da oltre un anno e, da quanto sembra, già non lampeggiano più?
  4. Invece di collocare dei dissuasori, non sarebbe stato meglio sfruttare l’organico della polizia locale, magari inviando più spesso sul posto una pattuglia munita di autovelox?
  5. Al posto dei dissuasori non sarebbe stato meglio utilizzare delle strisce pedonali rialzate come a Frosinone, magari da collocare nei pressi degli incroci con via Ponte Marziale, via Pantano e via Vicenne, od anche in altri punti della strada?

Forse in Comune si sono posti i quesiti di cui sopra prima di noi, o forse no. Sta di fatto che via Cellaro, anche con dieci, venti e trenta dissuasori, resterà la strada più pericolosa della città, in quanto totalmente priva di segnaletica orizzontale, molto carente di segnaletica verticale, pericolosa da percorrere a piedi da parte dei residenti in quanto non ci sono marciapiedi, agghiacciante se si pensa ai giovanissimi pedoni che la percorrono quotidianamente per tornare a casa o per andare in centro. Via Cellaro, in definitiva, è una priorità per la sicurezza di questa città da almeno vent’anni. E come tale va affrontata.

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu