giovedì 19 novembre 2015 redazione@sora24.it

Rapina al distributore di Sora, i Carabinieri scoprono la farsa

Nel tardo pomeriggio di martedì, a Sora, è stata effettuata una rapina presso un distributore di carburante, sito in Viale San Domenico, da parte di un giovane travisato ed armato di taglierino, il quale ha fatto irruzione all’interno del box, aggredendo alle spalle l’operaio e facendosi consegnare l’intero incasso della giornata ammontante ad €4.100,00.

Le immediate attività investigative intraprese dai militari di quel Nucleo Operativo e Radiomobile, collaborati dai colleghi della locale Stazione, sin dal sopralluogo, hanno evidenziato lacune ed incongruenze nella ricostruzione dell’evento fornita dal dipendente, un 23enne del luogo ed anche i fatti esposti in sede di denuncia apparivano inverosimili con l’ipotizzata azione del rapinatore. Sottoposto più volte a circostanziare l’accaduto il giovane alla fine ha ammesso la simulazione del reato ed il concorso con un suo amico, un 29enne del posto, anch’egli operaio.

Nella circostanza i due hanno architettato la finta rapina con l’intento di appropriarsi dell’incasso giornaliero che poi avrebbero diviso. Nel corso delle indagini, all’interno di un garage nella disponibilità del complice, è stata rinvenuta l’intera somma sottratta, restituita al titolare dell’attività, mentre gli arrestati ritenuti responsabili di appropriazione indebita aggravata e simulazione di reato, sono stati accompagnati agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

NOTA – In serata, il 23enne si è recato presso la redazione del giornale on-line cittadino, soraweb.it, precisando di non essere ai domiciliari (leggi l’articolo).

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti