24 ottobre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.039 VOLTE

Regione Lazio, Polverini e Abbruzzese come se nulla fosse accaduto. E Nicole Minetti si ricandida (di Lorenzo Mascolo)

Regione Lazio, facciamo un po’ come ci pare. La governatrice dimissionaria Renata Polverini va avanti con la sua attività amministrativa alla Pisana come se nulla fosse accaduto: solo ieri, secondo Il Messaggero, sono state varate dieci delibere. Dunque, il discorso da “Wonder Woman” pronunciato a fine settembre, molto “fiction” e poco, decisamente poco politico – ma d’altro canto questa è la minestra che passa il convento – è solo un lontano ricordo.

L’Udc nel frattempo incalza il Presidente del Consiglio Regionale Mario Abbruzzese (ma il consiglio non era stato sciolto il 28 Settembre? Leggi), chiedendo la convocazione dell’assise per diminuire i seggi da 70 a 50 entro la prossima settimana, in modo tale da andare al voto nel rispetto della spending review. Ebbene, tale provvedimento, che rappresenta ciò che più interessa a noi cittadini in quanto risparmeremmo solo di stipendi al netto circa due milioni di euro all’anno, buoni per costruire teatri, piscine comunali, piste d’atletica, oppure, se si preferisce, per comprare attrezzature sanitarie e quant’altro, è ancora fermo al palo.

Così come l’abrogazione del listino bloccato, quella legge che ha portato sui banchi dei consigli regionali di Lazio e Lombardia, senza fare la campagna elettorale perché automaticamente eletti in caso di vittoria dei candidati alla presidenza, rispettivamente Isabella Rauti, moglie del sindaco di Roma Gianni Alemanno, e Nicole Minetti, la prorompente igienista dentale riminese. Quest’ultima, in una recente intervista esclusiva a “Diva e Donna” ha dichiarato di essere pronta a candidarsi, aggiungendo: “Questa volta voglio prendere i voti”. Che sia stata folgorata sulla via di Damasco?

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu