1 marzo 2013 redazione@sora24.it
LETTO 135 VOLTE

Resoconto dell’incontro tenutosi in Biblioteca tra la Cgil ed i dipendenti di Poste Italiane

Si è tenuto Giovedì 28 Febbraio presso la biblioteca di Sora un incontro tra la Cgil ed i dipendenti di Poste Italiane. « Abbiamo invitato i dipendenti che sono entrati a lavorare in azienda a seguito di un contenzioso giudiziale», spiega Andrea Pantano responsabile del settore Poste della CGIL, il quale aggiunge « si tratta a dir la verità della stragrande maggioranza degli attuali dipendenti dell’azienda. Abbiamo riscontrato irregolarità contributive a danno dei lavoratori, per questo abbiamo voluto incontrarli assieme ad un legale: per individuare eventuali strade da intraprendere al fine di normalizzare la situazione.»

«La questione posta all’attenzione dei lavoratori», spiega Martina Tomassini, della segreteria regionale della SLC CGIL, «è una questione di fondamentale importanza soprattutto alla luce delle riforme previdenziali del 2011. Non vedersi riconosciuti mesi, che nella maggior parte dei casi diventano anni, di contributi significa per i dipendenti allontanamento dal pensionamento. Il che alla luce delle attuali norme vuol dire restare a lavoro fino ad un’età eccessivamente lunga e, di conseguenza, incapacità di svolgere appieno qualsiasi mansione.»

Le prospettive presentate ai lavoratori per porre rimedio a questa situazione « vanno individuate caso per caso», precisa Andrea Pantano, «perché per ogni dipendente si è venuta a creare una situazione e non escludiamo che il disguido non si sia venuto a creare per molti di loro che, come abbiamo precisato, potranno stare sereni. Invitiamo i lavoratori che non erano presenti a contattarci per verificare la situazione contributiva».

Commenti

wpDiscuz
Menu