19 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 405 VOLTE

Rete degli Studenti Medi: Siamo contenti di leggere l’appello del giornale Sora24

Siamo contenti di leggere l’appello del giornale Sora24 riguardo le proteste che stanno portando avanti gli studenti di Sora supportati dalla Sezione della Rete degli Studenti Medi di Sora, proteste nate dalla necessità di denunciare le reali condizioni delle scuole infatti sono anni che il tema dell’edilizia scolastica è al centro delle nostre proteste. L’autunno caldo è iniziato il 7 ottobre in questa Provincia con una mobilitazione simultanea in tutta Italia sul tema della sicurezza nelle scuole e dell’edilizia scolastica presentando le stesse richieste in tutta la Nazione: investimenti per 20 miliardi e la pubblicazione dell’anagrafe dell’edilizia scolastica.

I fondi non sono arrivati e questa pubblicazione tutt’oggi non è avvenuta a nessun livello nazionale, regionale o provinciale per nascondere gli orrori che gli studenti vedono ogni giorno nelle proprie scuole: finestre rotte, crepe nei muri, malfunzionamenti vari, classi “pollaio” e tanto, tanto altro in poche parole andare a scuola equivale ad un corso di sopravvivenza nel nostro Stato. Nella nostra Provincia sono state numerose le nostre denunce ma le risposte che riceviamo sono sempre le stesse, dovute alla logica dello “scarica barile”, una volta i fondi sono stati congelati dalla regione, una volta c’è stato un problema burocratico per le gare d’appalto per i lavori di riparazione, una volta la crisi, una volta i tagli e se va bene i problemi seri si risolvono con un qualche anno di ritardo ad esempio nella nostra Provincia solo due scuole sono idonee ai nuovi requisiti del certificato di staticità modificato dopo il terremoto dell’Aquila, la nostra filosofia è “meglio prevenire che curare!” visto che in ballo c’è la salute di migliaia di persone, speriamo in un risveglio della coscienza dei nostri governanti.

Rete degli Studenti Medi

Commenti

wpDiscuz
Menu