venerdì 16 maggio 2014 redazione@sora24.it

Richiesta nuovi monitoraggi qualità dell’aria di Sora in periodo primavera – estate 2014

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di Maurizio D’Andria alla Regione Lazio.

“In considerazione del fatto che i monitoraggi della qualità dell’aria di Sora da Voi comandati e poi svolti da ARPA Lazio (come da nota di ARPA Lazio prot. 0028636 del 16/04/2014) effettuati dal 2012 ad oggi si sono svolti quasi tutti in periodo autunnale – invernale e sapendo, come è noto, che le concentrazioni maggiori di inquinanti atmosferici si riscontrano nei periodi primaverili – estivi a causa delle maggiori temperature atmosferiche nonché a causa delle minori correnti d’aria e precipitazioni atmosferiche, con la presente siamo a richiederVi di programmare almeno altri 3 monitoraggi della qualità dell’aria di Sora da svolgersi nei mesi di giugno, luglio e agosto p.v. onde determinare con maggior precisione, quale entità di inquinamento si registra durante tutto l’arco dell’anno, primavera ed estate compresi, nell’aria di Sora.

Inoltre, ricordando come i due primi monitoraggi si siano svolti in località Piazza S. Restituta , piazza posta nel centro della città di Sora, luogo altamente popolato e posta a sua volta “a favore di vento”, Vi invitiamo a posizionare la centralina mobile di ARPA Lazio proprio in piazza S. Restituta onde poter confrontare i valori qui registrati con quelli dei due monitoraggi precedenti ivi svolti.

Richiamando le Istituzioni in indirizzo a non omettere alcuna ulteriore prova tecnica che potesse apportare un maggior grado di informazione alla popolazione circa la criticità della qualità dell’aria di Sora, come da precedenti report di stessa ARPA Lazio e interventi del Comune di Sora, nel rispetto delle rispettive missioni istituzionali, si invita la Regione Lazio a dare seguito positivo a questa nostra.

Un Vostro diniego a questa richiesta non farebbe altro che allontanare la popolazione dalle istituzioni qui richiamate e ad alimentare scetticismo circa le Vostre competenze e responsabilità in materia di tutela della salute pubblica. In attesa di avere il riscontro richiesto, con l’occasione porgiamo distinti saluti.”

Il Presidente del Circolo Cinema & Società – Dott. Maurizio D’Andria

Commenti

wpDiscuz
Menu