9 novembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 560 VOLTE

Centro di Studi Sorani “V. Patriarca”

Riprendono a Sora gli incontri d’arte, cultura e storia promossi dal Centro di Sudi Sorani “V. Patriarca”, previsti nell’ambito delle iniziative dell’Università per la promozione culturale del tempo libero, con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Sora.

Questi i primi tre appuntamenti del ricco calendario predisposto. Martedì, 15 novembre 2011, ore 18, la dott. ssa Alessandra Tanzilli, partendo dall’ingresso principale, guiderà una visita alla Cattedrale di S. Maria Assunta, trattando il tema:”Dal portale al tempio: viaggio intorno a un monumento e alla storia di Sora”. Venerdì, 18 novembre, alle ore 17, presso la biblioteca comunale in Via Deci, il dott. Augusto Cinelli, illustrerà il tema:”Nuovi linguaggi, nuove relazioni? Oppure:nuove relazioni, nuovi linguaggi al tempo di Facebook?”. Martedì, 22 novembre 2011, ore 17, il prof. Gianni Gasbarrini Fortuna, sempre nella biblioteca comunale, al Parco di S. Chiara, in Via Deci n. 1, si confronterà con: ”I sistemi sanitari nel mondo. Origine, evoluzione, status attuale”.

Questi i primi tre appuntamenti. Ne seguiranno altri ventotto, tutti interessanti e di altissimo livello culturale che copriranno l’intero arco dell’anno accademico 2011 – 2012, fino al 30 aprile, quando sarà ricordato il 25° anniversario della morte dell’indimenticabile poeta Riccardo Gulia. “Li chiamiamo incontri perché promuovono relazioni umane: si parla, si ascolta, si comunicano conoscenze, si producono dubbi, si accendono interrogativi, si risvegliano idee, si partecipano esperienze, si inseguono risposte, si aprono spazi di pensiero ulteriore”. Così ha spiegato le motivazioni che sono alla base del progetto, il presidente del Centro di Studi Sorani “V. Patriarca”, preside Luigi Gulia, illustrando l’iniziativa e l’intera articolazione degli incontri. “Inizieremo, non casualmente, da una porta, quella millenaria della Cattedrale sorana, ha ancora affermato il presidente del ”Centro”, per varcarla e avviare il cammino dei trentuno appuntamenti in calendario, chiedendoci e verificando di che storia siamo fatti, dalle pietre più vicine agli spazi che ci qualificano cittadini del mondo. Grati agli amici di antica e recente data, che con amore di scienza, che è amore della vita, ci introdurranno a produrre l’energia dell’intelligenza. Grati a coloro che ospitano i nostri incontri: all’Amministrazione cittadina, rappresentata dal sindaco, dott. Ernesto Tersigni e dall’assessore alle politiche culturali, Andrea Petricca; a mons. Bruno Antonellis, preposto di Santa Restituta; a mons. Alfredo Di Stefano, parroco della Cattedrale. Grati al maestro d’arte Gabriele Pescosolido,che riveste di simpatia grafica il nostro calendario prima di passarlo ai “torchi” della Tipografia Pasquarelli e all’addetto stampa, che coordina per noi l’informazione dei media locali. Nel corso dei prossimi mesi, ha concluso il preside Luigi Gulia, il Centro di Studi Sorani V. Patriarca compirà trentacinque anni di vita. Continuerà a sostenerlo la volontà di contribuire a tracciare, in questo nostro territorio, sentieri di civiltà spirituale, presupposto di scelte politiche ed economiche a misura di dignità umana”. L’invito a partecipare agli incontri non è rivolto solo ai soci del Centro, ma agli amici e a quanti sono interessati agli argomenti proposti; a tutti, insomma. La presenza e le collaborazioni dei relatori degli incontri si devono a ragioni di stima e di nobile disponibilità per Sora e per il presidente del Centro di Studi Sorani “V. Patriarca”, preside Luigi Gulia, e con le loro competenze, esperienze ed alta qualificazione professionale sono sicuramente garantite occasioni di conoscenza e di dialogo.

Commenti

wpDiscuz
Menu