29 agosto 2017 redazione@sora24.it
LETTO 2.208 VOLTE

Rischio frana sopra la Curia di Sora: si interverrà per la messa in sicurezza

Il Comune partecipò al bando regionale poiché la zona risultò ad alto rischio frana per la presenza di speroni rocciosi e massi poco stabili

È terminata la fase di predisposizione della progettazione dell’intervento per la messa in sicurezza del versante che sovrasta la Curia vescovile e parte del centro abitato a ridosso di Monte San Casto. Dopo una prima fase di rilievo geomorfologico del versante e di verifica delle aree a maggiore criticità, adesso si passa alla fase di acquisizione dei pareri per la realizzazione dell’intervento. L’Ente comunale partecipò al bando regionale poiché la zona risultò ad alto rischio frana per la presenza di speroni rocciosi e massi poco stabili.

«Il versante è esteso ed in salita – ha dichiarato l’ingegnere Nardelli, incaricato assieme al geologo Iti ed al collega Giangrande di mettere in sicurezza il movimento franoso – Alcune delle emergenze osservate nel corso dei vari sopralluoghi riguardano proprio la parte rocciosa della cresta, oltre ad alcune zone localizzate nel primo canalone e nella parte alta a ridosso della croce di ferro. È stata verificata la funzionalità della parte di sentiero che consente la discesa verso via Ravo, nonché gli interventi da eseguire per consentirne l’utilizzo ai fini della logistica del cantiere, in quanto una delle maggiori problematiche affrontate ha riguardato proprio l’organizzazione dell’intervento ed il trasporto di materiali ed attrezzature di lavoro – continuano i tecnici – Questo aspetto risulta penalizzante ai fini dell’economia dell’appalto, in quanto le aree di lavoro dovranno essere rifornite, nella prima fase di allestimento del cantiere, mediante utilizzo di elicottero da trasporto».

Soddisfatto il consigliere Bruni che vede tradotto il lavoro che ha dichiarato essere il frutto di una programmazione avviata e attuata nel luglio 2016 per perseguire il fine di mettere in sicurezza un versante che ha sollevato nel tempo delle criticità.

Fonte: Enrica Canale Parola – Ciociaria Editoriale Oggi del 29/08/2017

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

La vera frana si trova sotto l’acquedotto adesso stanno pensando di togliere i massi sulla montagna non sanno proprio come prendere in giro le persone

Alle Spinelle ancora niente che c’è un asilo!!!!!!

Rischio frana con questa siccità!!! Chi sa` cosa succederà quando inizierà a piovere!!!

wpDiscuz
Menu