CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
giovedì 2 febbraio 2017 redazione@ciociaria24.net

Riuscitissimo il secondo appuntamento della Stagione Teatrale Sorana organizzata dalla Federazione Teatrale Volsca

L’Allegra Brigata diverte il pubblico con “Non è mai troppo tardi”, svoltasi domenica 29 gennaio presso l’auditorium “C. Baronio”, dove, la suddetta compagnia, ha svolto la commedia di Camillo Vittici, testo adattato e tradotto in dialetto sorano da Federico Mantova.

Il pubblico che ha affollato sia la platea che la galleria del “Baronio” ha molto apprezzato la storia portata in scena dalla compagnia teatrale sorana: adulti analfabeti costretti dal comune a tornare sui banchi di scuola per prendere il diploma di licenza elementare. Un gruppo di attori ben collaudato che è riuscito a strappare risate a non finire.

D’altra parte, la commedia aveva un solo scopo: il divertimento allo stato puro. Piena soddisfazione di tutto il gruppo teatrale e in particolar modo del regista Federico Mantova che ha ringraziato il numeroso pubblico presente con una citazione del grande Vittorio Gassman, il quale affermava: “… soprattutto si recita perché si diventerebbe pazzi non recitando”.

Ad interpretare i personaggi della commedia, sono stati: Vittorio Taglione, Carolina Natalizio, Antonio Bellisario, Alessia La Posta, Nadia Gabriele, Luigi Lucarelli, Kadia Colucci e Domenico Vitale.
L’appuntamento con la Stagione Teatrale Sorana e con il teatro tornerà domenica 12 febbraio alle ore 17,30 quando di scena al “Baronio” ci saranno “I Guitti dissidenti” che porteranno in scena “Il monumento” di Eduardo De Filippo, adattamento e regia di Vincenzo D’Alfonso.

Raffaele Sciarretta – Sora24

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
Menu