11 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 601 VOLTE

Roberto De Donatis sul rifacimento del manto stradale: le “strisce blu” chiudono il cantiere, ma l’asfalto è inadeguato

<<Il ritorno delle strisce blu sulle vie del centro, in modo particolare su lungoliri Mazzini rende evidente che i discorsi fatti in Consiglio Comunale sono rimasti lettera morta.
Mi riferisco alle contestazioni che sarebbero state mosse dagli uffici nei confronti dell’asfalto recentemente messo in opera e che tante critiche aveva suscitato da parte nostra e di tanti cittadini. Un asfalto sicuramente non realizzato a regola d’arte che vedeva un evidente sgretolamento progressivo già a poche ore dalla realizzazione. Sollevai il problema in Consiglio ed il Sindaco mi rispose che in maniera solerte  erano state fatte le contestazioni alla ditta e che presto si sarebbe provveduto. Sottolineai in quell’occasione che attendevo l’esito dell’esame della qualità dell’asfalto mediante il prelievo di campioni e che avevo l’impressione della carenza di materiale siliceo (la cui presenza nelle giuste dose è di vitale importanza per un buon asfalto) e dell’utilizzo di materiali non adeguati. Oggi vedo che si sta realizzando la segnaletica orizzontale (le famigerate strisce blu) che di solito rappresenta l’ultima opera prima della conclusione del cantiere, e, non avendo avuto ancora alcun chiarimento rispetto all’esito di quelle contestazioni mi viene da pensare che l’asfalto non verrà toccato: lavoro perfetto ed in tanti abbiamo preso un abbaglio nel giudicarlo pessimo. Spero di sbagliarmi, ma credo che se non si interverrà ne riparleremo alle prime buche: “Memento homo, hoc pulvis est in pulverem reverterit”>>

Roberto De Donatis – Consigliere di Patto Democratico per Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu