28 agosto 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.791 VOLTE

SORA – Roberto De Donatis: «La maggioranza è in salute»

Il sindaco De Donatis: c'è la consapevolezza di aver messo in campo delle progettualità importanti. Questa la risposta indiretta all'ex primo cittadino Tersigni, che chiedeva all'amministrazione di vedere i fatti.

Lo stato di salute della sua maggioranza secondo Roberto De Donatis è buono.

«C’è la consapevolezza di aver messo in campo delle progettualità importanti. Finalmente si inizia a vedere una prossima realizzazione delle opere che fanno da collante nel gruppo. La squadra è unita nella convergenza di un unico obiettivo che è quello di dare a Sora le risposte che i cittadini attendono ormai da anni».

L’architetto sorano dall’inizio del suo mandato ha più volte descritto i punti cardine del programma elettorale, delimitando in essi i confini dentro i quali la sua maggioranza doveva muoversi.

«Qualcuno dica al sindaco che la gente aspetta di vedere cosa la sua amministrazione è capace di fare», scriveva ad aprile l’ex primo cittadino Ernesto Tersigni che dai banchi dell’opposizione aspetta di vedere tradotto il tanto lavoro progettuale dichiarato dalla casa comunale dagli amministratori che si dichiarano pronti a confrontarsi con i fatti alla popolazione.

E se Roberto De Donatis ha stretto rapporti importanti, pianificato e progettato opere come la Città della della scuola nell’area dell’ex Tomassi, posato le basi per il progetto della scuola innovativa, che interesserà l’ex mattatoio, messo in campo dal gruppo G124, coordinato dall’architetto e senatore a vita Renzo Piano, eccellenza italiana di fama internazionale, e ancora se a breve darà il via alla democrazia dal basso con l’istituzione dei comitati di quartiere e riconsegnerà al centro storico vicoli stralciati dal precedente programma dei contratti di quartiere… ad oggi la sua maggioranza in che perimetro si sta muovendo?

Tranne le deleghe che il consigliere Farina ha riconsegnato al sindaco, alcuni giorni fa, in teoria tutti dovrebbero essere a lavoro per sviluppare, nel migliore dei modi, azioni volte al bene della città. Tra gli assessori c’è chi parla più e chi parla meno. Lucarelli in quest’anno ha visto l’approvazione in consiglio comunale dei regolamenti sugli impianti sportivi, e ha vinto un bando per il rilancio del commercio. Di Ruscio è attiva nel coordinare il progetto accoglienza, che ha avuto ricadute positive per l’ente con l’inserimento dei volontari sul territorio comunale. Baratta, che ha ritirato il premio come città riciclona, è alle prese con il futuro della Società ambiente surl, che ha superato alcune criticità, ma altre deve affrontare. Gemmiti si è speso per realizzare un’estate sorana capace di scavalcare il gap generazionale. Paolacci ha lavorato per produrre documenti volti a delineare un sano bilancio dell’ente.

E tra i consiglieri comunali chi raccoglie e chi ancora semina. De Gasperis è al lavoro per la rimodulazione del mercato, Mosticone è alle prese con lo Sportello Europa, Castagna ha potenziato i rapporti con il settore delle politiche giovanili, Petricca sta mettendo in campo azioni con le scuole, Bruni muove i passi per la riqualificazione del rione Napoli, Floriana De Donatis ha tra gli obiettivi il rilancio del settore tessile, Coletta ha proposto e ottenuto la pista ciclabile su via Cellaro, Vinciguerra ha in seno il diritto alla salute e Caschera, con le forze che ha, focalizza l’attenzione sul decoro urbano.

Questa è la situazione. E nell’attesa della data del prossimo consiglio comunale che il presidente Lecce renderà nota, la città aspetta trasformate in fatti le idee programmatiche della squadra di governo a quasi 15 mesi dall’insediamento.

Fonte: Enrica Canale Parola – Ciociaria Editoriale Oggi del 28/08/2017

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

…e la consapevolezza di non aver la più pallida idea di come si amministra una città??

Ma se non sono stati capaci neanche di far rispettare l’unica ordinanza di buon senso emessa da questa amministrazione, cioè di far mantenere terreni fossi e argini confinanti su strade comunali

MA QUANDO VEDIAMO UN CANTIERE? APPARTE QUELLO ORMAI CONSUMATO DAL TEMPO NEL CENTRO STORICO.

Maurizio

Il Sindaco e l’assessore Baratta devono vigilare sull’applicazione delle prescrizioni imposte da ARPA LAZIO DIR. GEN. RIETI alla Cartiera del Sole. Lo stanno facendo? NO.
VINCIGUERRA si sta informando sui numerosi casi di morte per tumori e altre patologie degli abitanti limitrofi alla Cartiera del Sole? NO.
Avete richiesto il posizionamento di.una centralina di monitoraggio qualità della.aria di Sora, fissa o mobile? NO.
VI STATE OCCUPANDO DELLA TUTELA DELLA SALUTE DEI SORANI DALL’INQUINAMENTO DA PM2,5 PRESENTE NELL’ARIA DI SORA? NO.

Prendetevi pure questo….È fatelo…

Successivamente riempirci di clandestini e rendere le strade montagne russe..

Questa è stata la loro unica priorità…

wpDiscuz
Menu