5 gennaio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 3.103 VOLTE

«Sale grosso o sale fino?». Riflessioni sulla nevicata a Sora a cura di Roberto Iacovissi

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma di Roberto Iacovissi, speaker del Movimento Ci Siamo

«Quella de “Il buon marinaio si scopre al cattivo tempo” si addice proprio al Sindaco Tersigni e certo non è un caso che il Comune inteso come barca faccia acqua da tutte le parti, governata dal novello Schettino e persino incapace di provvedere in tempo ad una calamità naturale come la forte nevicata del 30 scorso, peraltro annunciata da giorni e giorni. Il buon marinaio avrebbe fatto scorta di sale (materiale che non deperisce) già dall’estate visto che a detta del Sindaco sono stati impiegati 100 quintali e cioè 10 bancali, ogni bancale conta 40 sacchi da 25 kg e costa circa 260/290 euro (in era cristiana ovviamente perché in era tersigniana si attende determina…!!!) per cui alla fin fine un costo di 3.000 (tremila) euro non ci sembra eccessivo in un’ottica di prevenzione in vista dell’inverno.

E invece lo “Schettino Sorano” inteso come comandante cui tutto interessa meno che far funzionare a dovere la nave posta al suo comando, nel momento in cui arriva la tempesta (di neve) si scioglie come “neve” al sole rimanendo in bilico tra il non sapere che il sale ha altre funzioni oltre la cucina e il vuoto lasciato negli spazi sotto l’etichetta “materiale indispensabile” nei magazzini comunali, tanto che alla fine, forse frutto di una questua data la situazione drammatica del forziere comunale, si sono trovati i soldini per far aprire un paio di negozi tra Sora e Isola del Liri e recuperare il sale necessario alle strade sorane oramai diventate impraticabili e questo succedeva, badate bene, nella tarda serata del 30 dicembre del 2014.

TARDA SERATA DEL 30 DICEMBRE, quindi non PRIMA, non in AUTUNNO, non all’inizio dell’INVERNO e non nella SETTIMANA PRECEDENTE quando tutti noi abbiamo fatto scorta di ogni tipo di combustibile per le nostre stufe o magari qualche buona coperta in più perché anche il più scalcinato dei tg ci allarmava continuamente, MA MOLTE ORE DOPO quella stampata sulla pagina facebook comunale in cui alle 11,25 della mattina del 30 dicembre venivano postate 3 foto con tanto di fiocchi di neve.

Per fare le foto avevano trovato tempo, per farsi un giro a vedere se c’era il sale no. E intanto lo spazzaneve pian piano aveva cominciato a girare, ma ovviamente a vuoto senza il sale da spargere dietro il suo passaggio, così come abbiamo documentato con la prima foto fatta alle 19,36 con il primo passaggio del mezzo e la seconda fatta sempre nello stesso punto mezz’ora dopo che ben evidenzia l’inutile passaggio precedente senza l’uso del sale.

Sono anni che diciamo che questa amministrazione Tersigni è incapace e sono anni che non veniamo MAI smentiti, anzi il modo sempliciotto, nella sua naturale gonzaggine di affrontare ogni evenienza con un’approssimazione che lascia tutti sbigottiti, peggiora di anno in anno facendo di noi cittadini uomini di estrema fede e di continua preghiera perché non succeda mai niente a questa nostra Sora. Magari facciamo sì di lasciarne qualcuna per un nuovo, migliore anti-Schettino che è l’opposto del vecchio, peggiore anti-Sorano e tutti in coro cantiam “E’ GIUNTA L’ORA E’ GIUNTA L’ORA DI CAMBIAR”.»

Press Release del Movimento Ci Siamo
a cura di Roberto Iacovissi speaker di Ci Siamo

Commenti

wpDiscuz
Menu