18 luglio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 807 VOLTE

Scende nel Liri per raccogliere i rifiuti e ripulire l’alveo fluviale: encomio dal Comune per Tullio Coraggio

Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi e ha ottenuto il plauso di tanti cittadini, riscuotendo approvazione anche sul social

Ha un nome ed un volto la persona che domenica 9 luglio è scesa nel greto del Liri per ripulire le sponde dai rifiuti.

Si chiama Tullio Coraggio ed è stato ricevuto ufficialmente, stamani, in Municipio. Ad accoglierlo il Sindaco Roberto De Donatis che si è complimentato per l’alto senso civico dimostrato.

Tullio Coraggio, 62 anni, risiede a Sora ed è legatissimo alla sua città. Un amore forte per i luoghi d’origine che l’ha portato a compiere, nei giorni scorsi, la meticolosa operazione di raccolta dei rifiuti accumulatisi nel Liri.
“Tullio ha compiuto un lodevole gesto di volontariato all’insegna dell’altruismo e della generosità. Sono stato orgoglioso di poter stringergli la mano e ringraziarlo a nome di tutta la città per il coraggio e la determinazione dimostrati. Tullio è un esempio per tutti noi – ha dichiarato il Primo Cittadino.

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati
paride

il signor Tullio ha fatto un’azione di amore nei confronti di Sora quello che purtroppo manca a chi ci amministra, bravo lui e vergogna agli altri…….

Grossi Jeanine

ci sono abbastanza operai al comune per pulire il fiume e le strade. e un anziano che deve dare l’esempio? che vergogna per il comune

bravo e di esempio il signore!…il comune si dovrebbe vergognare

…..più che ringraziare dovrebbe darsi da fare!

Partono tutti cn i “buoni “propositi….ma finisce sempre che si sistemano loro. …poi al estero parlano di SORANITA’…Il bello che nn li vedi per strada cn paraocchi…ma cn la pancia cresciuta

Bravo. Ma forse lo avrebbe dovuto fare qualcun’altro.

Dopo ringraziamento a questo grande uomo il fiume rimane sempre sporco.Non sarebbe ora di pulirlo per bene?

Infatti non avrebbe dovuto farlo lui, se fosse successo qualcosa, avrebbero detto semplicemente: “ma chi ce gliè mannat?”. Adesso è un eroe, quando gli eroi dovrebbero essere coloro che vengono pagati dai cittadini, i nostri comuni fanno schifo, le strade sono trincee e i corsi d’acqua non si possono guardare. Vi aspettiamo alle prossime elezioni, tanto sempre a noi dovete venire a sbattere, poi faremo i conti.

L esempio non e’ stato colto

Bravo ci dovrebbe essere d’esempio

wpDiscuz
Menu