8 gennaio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.537 VOLTE

Sinistra Unita Sora boccia l’operato della giunta De Donatis

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato a firma di Sinistra Unita Sora.

«Il giudizio di fine anno di SUS sull’operato della giunta De Donatis è negativo, perché ci sembra un’amministrazione che ha come unico obiettivo quello di tirare a campare… Finita la favola della piattaforma civica, in consiglio comunale è costituito ufficialmente il gruppo di Forza Italia ed, in aggiunta, il presidente di Ambiente Surl è espressione del partito Fratelli d’Italia. Tutto coerente con gli auguri dell’On. Mario Abbruzzese nella baldoria seguita al “trionfo” elettorale. Insomma, come più volte ripetuto da noi in campagna elettorale, trattasi di amministrazione di destra-centro trasformista e opportunisticamente camuffata. Il centro sta per alcuni furbeschi ammiccamenti al Partito Socialista, con il chiaro intento di galleggiare, di confondere, di imbrogliare, insomma un modo per lasciarsi una porta aperta anche dall’altra parte.

Questa amministrazione a nostro parere, con i suoi primi provvedimenti, dà chiari segnali di continuità amministrativa con la precedente, infatti:

  • sui contratti di quartiere: continuità con l’amministrazione Tersigni! Il quartiere storico bloccato da anni, creando danni ai residenti e alle attività commerciali della zona e nessun cambiamento significativo nell’azione di controllo sulla tempistica dei lavori.
  • sul nodo Tomassi, hanno fatto credere ai loro elettori che il comune stia risparmiando 20mila euro, senza dire che il comune di Sora verserà subito all’Azienda ATI SIMAR 100mila euro, con provvedimento assunto senza il parere della commissione bilancio, alla faccia della democrazia e della trasparenza tanto decantata in campagna elettorale.
  • aggiornamento del piano di protezione civile, era un obbligo di legge tranne che nell’ affidare di persona (tramite Ordinanza diretta del Sindaco stesso) un incarico di 14mila Euro ad una società romana (come se a Sora mancassero società con gli stessi requisiti) senza sentire il parere degli uffici interessati, tutto in fretta e furia con la scusa di perdere il finanziamento dalla Regione Lazio, eppure verificando i tempi ci sarebbero stati…mah, sempre nell’ottica della trasparenza utilizzata in campagna elettorale come un vessillo o uno specchietto per le allodole!!!
  • ambiente SURL, questione tutta interna alla DESTRA SORANA, azienda governata a turno da certi signori che hanno fatto e disfatto e tutto a un tratto, in PIENA CONTINUITA’ IDEOLOGICA, si rendono conto di avere enormi difficoltà di gestione. E così si sentono commenti agghiaccianti provenire dai consiglieri Bruni, Farina, Caschera che l’ambiente sta così per colpa di chi amministrava prima, dimenticando che loro governavano nella precedente amministrazione, e che tanti provvedimenti fondamentali sono stati da loro votati ed approvati.
  • e il vice sindaco Baratta?…
  • e il Sindaco De Donatis?… che delegato all’opposizione nella precedente amministrazione non  sembra si sia dedicato a tale missione, se poi in questioni come ambiente e contratti di quartiere risulta sprovvisto di soluzioni e conoscenze delle tematiche. Insomma, pare che siano stati 5 anni sulla luna e purtroppo solo adesso sono venuti a conoscenza della grave situazione della Società Ambiente. Su come si intende risolvere non si ha notizia, si è solo venuti in consiglio comunale a spararla grossa per sgravarsi dalle colpe e per giustificare eventuali crisi della stessa società.

Che dire poi dell’alleanza con i Vinciguerra Boys? L’azione di tale alleanza e del ruolo di Vinciguerra nelle politiche amministrative è totalmente nullo, tranne il fatto della visibilità datagli con l’assessorato alla cultura e la “supercommissione sulla sanità” dichiarata speciale (ma a nostro modesto parere inutile), con a capo lo stesso Vinciguerra, che ci sembra solo un modo per fare tutto non facendo nulla, insomma, ci sembra il solito democristiano contentino di giustificazione post accordo di ballottaggio. Infatti lo avevano detto, l’accordo serviva a portare in comune le problematiche dell’ospedale e della curia, tutti punti finora rispettati in pieno.

Sulle questioni dei voti espressi dal sindaco De Donatis presso le assemblee dei sindaci con all’ordine del giorno il documento aziendale della ASL di Frosinone, e sulla questione della gestione dell’acqua pubblica che di fatto ha cacciato Acea, ci sembrano solo atti dovuti verso una città, la nostra, troppe volte bistrattata in merito ai continui ridimensionamenti dell’ospedale di Sora e dei noti disservizi di Acea in merito all’acqua pubblica. Non si tratta, tirando le somme, dell’annunciata rivoluzione della campagna elettorale, si tratta solo di populismo a basso costo.

E’ emblematica la manovra messa in campo per le prossime elezioni provinciali, candidando il consigliere Mosticone nelle liste di FI (scelta politicamente corretta visto che il consigliere viene da quel partito), ma preoccupante è la candidatura di Lino Caschera in quota PSI (da segretario di Fiorito nel PDL a candidato del partito di Craxi nel PSI…). Ma d’altronde sono sempre esistiti spazi di parcheggio opportunistico per chi la politica la intende come elemento di autoaffermazione.

Sperando in un futuro migliore, auguriamo buon anno a tutti i Cittadini di Sora».

Commenti

wpDiscuz
Menu