CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
sabato 23 luglio 2016

SOCIALPOLITIK – Tiziano Rea: “Condividiamo un po’ di positività!”

Scorrendo la bacheca delle news su Facebook, grazie a Gianni Lupo, che ha pubblicato la foto che ritrovate qui allegata, sono venuto a conoscenza di una sinergia di intenti che il rinnovato Pastificio Zaffiri sta mettendo in atto con l’obiettivo, presumo, di crescere e svilupparsi attraverso, anche, la valorizzazione delle eccellenze del territorio.

Già, il glorioso pastificio Zaffiri, nato nel lontano 1889 a Pescara e trasferitosi successivamente prima a L’Aquila ed infine a Sora. Pensate un po’, un tempo le imprese SI TRASFERIVANO A SORA!!!!! Ora, nonostante che non molto tempo fa sia stato dato per spacciato o quasi (ma correggetemi se sbaglio), non solo è più vivo che mai ma soprattutto la Zaffiri è, come detto, assolutamente attenta a creare sinergie con altre realtà LOCALI del settore.

Vedete, senza fare la solita dietrologia del sorano disfattista che manderebbe il proprio vicino di casa sulla ghigliottina perché “a Sora c’è nato Giuda”, parto già dal presupposto che facilmente ci sarà chi avrà qualcosa da ridire (spesso per il solo sadico, e quasi sempre immotivato, piacere di pensarla diversamente). Ma se lasciamo stare un istante queste dietrologie francamente io non posso non vedere del positivo in quello che stanno facendo realtà come la Zaffiri e i propri partner, diretti o indiretti. Siete, insomma, uno di quei raggi di sole che ci fanno sperare che l’uscita dal tunnel è forse un po’ più vicina.

Ora potrei dilungarmi nello spiegarvi la loro filosofia che li ha portati a compiere una serie di studi e quindi una serie di scelte e quindi una serie di cambiamenti ed approcci che iniziano dal punto di partenza più importante, ossia il piatto dove si pranza ma quello che più voglio sottolineare è che anche questa è la Sora che vorrei, in cui professionalità di settori solo in parte distanti ma comunque connessi tra loro dialoghino e si uniscono insieme per affrontare un percorso di eccellenza.

Ora, non so voi, ma vedendo le foto postate da Gianni Lupo, oltre a venirmi fame, mi è venuta un’idea forse un po’ bislacca e utopistica ma nella vita bisogna anche sognare…fatto è che sarebbe bello che tutti, quando andiamo a fare la spesa comprassimo un pacco di Pasta Zaffiri, un modo per dire grazie di esistere, un modo perché ci sia continuità e per essere anche noi, nel nostro piccolo, partecipi del loro successo…sicuramente c’è già chi lo fa, ma sicuramente c’è anche chi, per mille rispettabilissimi motivi, optano per un produttore differente.

Questa idea la voglio condividere e simbolicamente passare ai politici della nostra amministrazione, ma anche ai giornalisti ed alle altre persone più o meno attive che ho tra i contatti. Poi se ci fossero persone un po’ timide, insicure o quant’altro allora l’alternativa al comprare un pacco di Pasta Zaffiri potrebbe essere quella di farsi una passeggiata a Broccostella ed assaggiare uno dei meravigliosi piatti dell’Osteria New York.

Per questo vi chiedo di non essere timidi e, tra un pokemon e l’altro, di trovare il tempo di cliccare mi piace o meglio ancora di condividere o di dar voce voi stessi a questa esperienza. Naturalmente, al di la della mia proposta che, come detto, io per primo ritengo più che altro una sorta di “provocazione positiva”, quel che conta è il sottolineare l’essenza di queste iniziative che, se ben veicolate dai mezzi di comunicazione hanno, oltretutto, la possibilità di seminare un po’ di ottimismo, per altro dando sostanza a qualcosa di bello che abbiamo a Sora, per ora una cosa è sicura: Forza Sora!

Tiziano Rea

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
CLICCA QUI E RISPONDI AL SONDAGGIO
Menu
Ciociaria24