17 luglio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 2.447 VOLTE

Solo tre persone zittirono il Maracanã: Sinatra, Giovanni Paolo II e… l’allenatore del Sora

È morto ieri a Las Piedras in Uruguay, all’età di 89 anni, il leggendario calciatore Alcides Ghiggia. Uruguaiano naturalizzato italiano, Ghiggia fu l’autore della rete decisiva nella storica finale dei mondiali del 1950 disputata al Maracanã di Rio, un evento i cui ricordi drammatici sono ancora oggi ben impressi nelle menti dei più anziani tifosi carioca.

«Solo tre persone sono riuscite a zittire il Maracanã: Frank Sinatra, papa Giovanni Paolo II e io», disse ricordando il cosiddetto “Maracanaço”. Alto quasi un metro e settanta, esile fisicamente ma dotato di un dribbling fulminante, Ghiggia giocò in Italia per otto stagioni con la maglia della Roma.

Nel 1960/61, terminata la carriera con i giallorossi, il campione uruguaiano allenò per circa per circa sei mesi il Sora Calcio. Nella foto di copertina lo vediamo in compagnia del mitico Don Mario De Ciantis, il silenzioso sacerdote artefice di tantissimi successi bianconeri, ricordato all’inizio di Giugno allo Stadio Tomei con una partita tra vecchie glorie della compagine volsca.

Commenti

wpDiscuz
Menu