12 ottobre 2014 redazione@sora24.it
LETTO 1.919 VOLTE

Sora Calcio: al Tomei bianconeri condannati da un calcio di rigore dubbio

Il Sora più bello della stagione cede la palma della vittoria alla Lupa Castelli nella totale incredulità generale. Si sa, nel calcio comandano gli episodi, eppure esistono situazioni, come quella di oggi, che difficilmente trovano logiche o spiegazioni che le giustifichino. Se tanto vuole tanto il Sora oggi avrebbe dovuto portare a casa il terzo successo casalingo consecutivo, il più difficile, il più sperato, il più meritato, e questo in virtù del valore (in primis economico) dell’avversaria. La realtà ci racconta invece che per sfortuna, poca cattiveria sotto porta, o semplicemente destino la formazione volsca non sia riuscita a sbloccare e chiudere una gara dominata, e che poi, a causa di un arbitraggio quanto meno discutibile, abbia abbandonato gambe, lucidità e senno finendo col non ritrovare ordine in un finale già compromesso.

Al 23’ l’episodio che ha cambiato gli equilibri del mach. Doppio giallo a Soudant per proteste in occasione di un intervento col gomito sul viso che, nonostante il signor Miniutti di Magnago non abbia visto, gli ha lasciato come ricordo uno zigomo spaccato. Con l’uomo in meno a distanza di dieci minuti il presunto fallo in area bianconera ai danni di Nohman, con successivi atterraggio e segnalazione del penalty. Dagli undici metri lo stesso Nohman, bravo a spiazzare Frasca con una palla centrale.

L’1-0 finale è un risultato evidentemente bugiardo che non solo non rispecchia la prestazione del campo, ma fa male alla sensibilità di chi ama e segue questo sport.

La responsabile dell’Ufficio stampa, Alice Pagliaroli.

SORA-LUPA CASTELLI ROMANI 0-1

SORA (4-3-2-1) Frasca, Maccaroni (’35 st Blandino ), Cardazzi , Prata, D’Andrea , Bellucci , De Marco, Copponi , Jukic (12 st Cruz), Soudant, De Bruno (’22 st Fischetti). A disposizione: De Robertis, Anastasio, Lombardo, Cataldi, Cestrone, Barigelli. Allenatore: Castiello

LUPA CASTELLI ROMANI (4-3-3) Scarfagn, De Gol, Colantoni, Traditi, Mazzei (’28 pt Di Nezza), Baylon, Bertoldi, Icardi, Nohman, Chiesa (’16 st Boldrini), Siclari. A disposizione: Tassi, D’Orazi, Fantini, Della Ventura, Montesi, Conti, Casu. Allenatore: Apuzzo

Terna: direttore di gara Miniutti di Magnago, assistenti Angiolillo di Orvieto e Biviglia di Foligno.

Reti: ’33 st Nohman

Ammoniti: ‘7 st Bertoldi (L), ’11 st D’Andrea (S).

Espulsi: ’23 st Soudant (S).

Commenti

wpDiscuz
Menu