lunedì 26 agosto 2013 redazione@sora24.it

Sora Calcio, Coppa Italia: la doppietta di Shiba non basta. Bianconeri eliminati ai rigori dal Palestrina

Continua la maledizione della Coppa Italia. nella manifestazione tricolore il Sora proprio non riesce a trovare gloria e anche questa volta, per il terzo anno consecutivo, è costretta ad uscire al primo turno. Di fronte ad un giovane e spigliato Palestrina gli uomini di Farris offrono una buona prestazione ma vengono puniti dalla lotteria dei rigori dopo il pareggio per due a due conseguito al termine di novanta divertenti minuti di gioco. Il Sora scende il campo con un 4-3-3 che vede in porta Agostini, il migliore in campo assieme a Gallaccio del Palestrina e autore di strepitosi interventi, Scardala e Mucciarelli difensori centrali con gli under Lo Monaco e Ciaramelletti sulle fasce. A centrocampo Giannone coaudiovato da Mastromattei e Casavecchia, mentre in avanti il tridente era composto da Shiba, sovente spostato sulla fascia destra, Talamo e Taverna.

La cronaca.

Subito viva la gara per merito di un ottimo Palestrina che pigiava forte il piede sull’accelleratore. La parte iniziale della gara era tutta di marca arancione con uno scatenato Gallaccio capace di far vedere le streghe ai difensori sorani in più di una occasione. Al 7° Di Bagno liberato con un taglio verticale da un suo compagno prova il tiro dai sedici metri, ma il Sora ribatte con Mucciarelli. Al 13° Gallaccio allunga verso Mattogno che di testa da pochi metri impegna severamente Agostini, autore di una parata strepitosa. Due minuti dopo Gallaccio in diagonale dai sedici metri impegna Agostini che ribatte. Ci pensa poi Scardala a liberare l’area dal pericolo. Al 20° palo pieno dell’imprendibile Gallaccio. Quando meno te lo aspetti ecco però il Sora uscire alla distanza. Dopo le sfuriate iniziali dei padroni di casa il Sora esce dal proprio guscio e piazza il colpo vincente con Shiba. Taverna è bravissimo a percorrere l’intera fascia sinistra e a mettere all’indietro un cross per il numero 9 sorano che ha il tempo per controllare la sfera e piazzarla sotto il sette da centro area. Pochi minuti però e arriva il meritato pareggio ospite opera di Gallaccio che in diagonale fulmina Agostini che stavolta davvero nulla può.

Nella ripresa si vede un altro Sora. Gli innesti di Masi prima e Casimirri dopo rivitalizzano una squadra che nel primo tempo aveva lasciato troppo l’iniziativa nelle mani dei tiburtini. Continua però il duello Gallaccio – Agostini, con l’estremo difensore bianconero bravo a sventare le incursioni dell’attaccante di casa. Al 15° il Sora potrebbe tornare in vantaggio. Grande Masi che sulla destra dribbla ben tre difensori e porge un pallone d’oro a Talamo che però trova sulla propria strada il prodigioso intervento del portiere di casa Buccheri. E come nelle migliori regole non scritte del calcio dopo appena un minuto il Palestrina passa il vantaggio. Manco a dirlo è Gallaccio che approfitta di un ingenuo retropassaggio di Lo Monaco per impossessarsi della palla e battere Agostini con un perfetto diagonale. Il Sora reagisce alla grande e subito ci prova con Shiba creando almeno due nitide palle gol. Al 24° il gol del pareggio. Casimirri liberava Shiba che da fuori area fulminava Buccheri. Era il gol del definitivo 2 a 2. Fino al 90° però le squadre non si risparmiavano e davano vita a diversi capovolgimenti di fronte. Alla fine ci volevano i rigori con il Palestrina più fortunato del Sora.

SORA: Agostini, Ciaramelletti, Lo Moncao, Giannone, Scardala, Mucciarelli, Casavecchia, Mastromattei, Shiba, Taverna, Talamo. A disp: Ludovici, D’Ambrosio, cassandro, D’Ovidio, Alison, Alviti, La Pegna, Casimirri, Masi. All. Farris.

PALESTRINA: Buccheri, Pralini, Guglielmi, Lanni, Rossi, Basciani, Di Bagno, Covetti, Gallaccio, Fratarcangeli, Mattogno. A disp: Arnoldo, Di Domenico, Russo, Patrizi, Oueslati, Di Giocchino, Petitta. All. Cangiano.

Arbitro. sig. Marchetti di Ostia. Collaboratori sig. rotondale di L’Aquila e Marinenza di L’Aquila.

Reti: 25° pt. Shiba (S), 34° pt. Gallaccio (P). 16° st. Gallaccio (P), 24° st. Shiba (S).

Ammoniti: 39° st. Pralini.

Sequenza rigori:

SORA: Shiba gol, Mucciarelli gol, Casimirri gol, Masi sbagliato, Giannone gol, Ciaramelletti sbagliato, Casavecchia gol, Scardala sbagliato.

PALESTRINA: Basciani sbagliato, Gallaccio gol, Rossi gol, Pralini gol, Russo gol, Di Bagno parato, Covetti gol, Guglielmi gol

Foto: Luca Rea LR PRESS

Commenti

wpDiscuz
Menu