14 marzo 2013 redazione@sora24.it
LETTO 317 VOLTE

Sora Calcio: domenica a Porto Torres per i playoff. Presentazione della partita a cura di Fabio Tranquilli

Da una compagine sassarese ad un’altra. Dopo aver digerito a fatica l’amara ed immeritata sconfitta di domenica scorsa con la capolista SEF Torres la compagine volsca vola per la prima delle tre consecutive trasferte in Sardegna per affrontare una delle formazioni più in forma del momento: il Porto Torres. Gli uomini di mister Sebastiano Pinna dopo un momento di grande appannamento, sia di risultati che di prestazioni, nelle ultime settimane hanno scalato la graduatoria ed ora si trovano in una posizione di metà classifica a quota 34 punti e cercano l’ultimo sforzo per guadagnarsi la permanenza in categoria. I sardi stanno attraversando un ottimo periodo di forma come attestano i 14 punti conquistati negli ultimi 7 turni di campionato (4 vittorie, 2 pari ed una sconfitta a Caserta con una formazione, però, in grande emergenza) e si presentano come un ostacolo arduo da superare per i bianconeri.

LA SQUADRA  -Paradossalmente i sardi sono più temibili lontani dalle mura amiche rispetto ai match casalinghi dove hanno raccolto solo 15 dei 34 punti totali in classifica. Al “Comunale” i rossoblu hanno raccolto 3 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte, ma il dato più evidente è che hanno messo a segno solo 9 reti nei match casalinghi, mentre ne hanno concessi ben 22. Insomma i sardi sono sicuramente una formazione che si esprime al meglio fuori casa quando gli spazi sono più larghi e la pericolosità dei propri attaccanti ha maggiore possibilità di essere letale. E proprio lo scarso rendimento interno è il grosso limite di una squadra composta da elementi di assoluto valore che potrebbero ancora fare la differenza in categorie superiori. La rosa a disposizione di mister Pinna è sicuramente di grande valore ed avrebbe potuto e dovuto lottare per obiettivi differenti da una semplice salvezza. Per il match con i bianconeri il tecnico rossoblu dovrà sicuramente fare a meno dell’aitante stopper Giuseppe Serao fermato per un turno dal Giudice Sportivo e dovrà valutare le condizioni degli acciaccati Fabrizio Falchi ed Alessandro Gadau. Il tecnico dovrebbe confermare il 4-4-2 che ha dato un grosso equilibrio alla compagine sarda nelle ultime settimane ed ha portato ad una netta inversione di tendenza nei risultati. Tra i pali conferma scontata per l’esperto Tore Pinna, una carriera spesa sui campi della serie B con le maglie di Pescara e Salernitana ed in serie C con la Torres, con il giovane Alessandro Fracassi (’94) che si accomoderà in panchina. In difesa dovrebbero presidiare le corsie laterali il giovane ex Primavera del Cagliari e già nel giro della Rappresentativa di serie D Federico Bonu (’94) sulla destra e l’ex sorano Andrea Covetti (’93) sulla sinistra mentre, vista l’assenza di Serao, la coppia centrale dovrebbe essere formata dall’ex Torres e Nocerina Mario Niedda e dall’esperto e navigato Giuseppe De Martis con trascorsi importanti in serie B con Ascoli, Pescara e Catania. Completano il reparto il giovanissimo Luca Mura (’94) e l’ex bianconero Alessandro Gadau. A centrocampo in posizione centrale dovrebbero essere confermati il bravo ed esperto ex Cisco Roma Daniele Bianchi ed il giovanissimo Tony Gianni (’95) che si sta ritagliando un posto importante in squadra negli ultimi mesi. Ai loro fianchi dovrebbero agire il pericoloso Mattia Floris (’92) sulla destra ed il prodotto locale Pietro Ladu (’95) sulla sinistra che, nonostante la giovanissima età, vanta già una buona esperienza in serie D. Completano il reparto l’ex Ascoli, Cagliari e Siena in serie A Michele Fini che da un paio di stagioni ha deciso di tornare a giocare nella sua Sardegna, i giovani Davide Pippia (’93), Michele Cossu (’95), Davide Budroni (’95) e Stefano Demurtas (’94). La coppia d’attacco dovrebbe essere formata dall’estro e dalla classe dell’ex talento della prima Roma targata Zeman e con trascorsi importantissimi tra serie B e serie C Alessandro Frau (per lui 11 gol in campionato) e dall’abile prima punta ex SEF Torres Alessandro Falchi. Completano il reparto il bravo ed esperto Mario Fadda, l’italo-tedesco Alex Podda (’93) di cui si dice un gran bene, Alessandro Manca (’92) ed il giovanissimo Francesco Schieda (’95).

IL TECNICO – Alla guida della compagine sassarese dalla scorsa stagione c’è il tecnico cagliaritano Sebastiano Pinna. Nato nel capoluogo sardo il 09-04-1971 da giocatore il tecnico del Porto Torres è stato un mediano di grande sostanza e quantità ed ha militato per diverse stagioni in serie B con la maglia del Cagliari ed in serie C con le maglie di Torres e Tempio prima di concludere la sua carriera da giocatore ed iniziare quella da allenatore nel Porto Torres. Nella scorsa stagione ha iniziato la sua carriera da allenatore alla guida degli Allievi Regionali del Porto Torres subentrando in corsa, con ottimi risultati, sulla panchina della prima squadra. Quest’anno è stato confermato alla guida dei sassaresi e, dopo una partenza brillante, ha un po’ deluso le attese anche se ora sta portando la compagine sarda in acque tranquille di classifica.

Fabio Tranquilli
Ufficio Stampa ASD Ginnastica e Calcio Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu