25 settembre 2017 redazione@sora24.it
LETTO 3.984 VOLTE

Sora Calcio: il campionato ha un grado di difficoltà in più e c’è un solo modo per annullarlo

Ieri, oltre alla sonante vittoria bianconera in trasferta, un "warning" da tenere d'occhio

Giorni fa abbiamo scritto che per il Sora quest’anno c’è spazio. Ebbene, oggi dobbiamo rivedere tale affermazione in quanto il campionato ha un grado di difficoltà in più, non certo a causa dei bianconeri che ieri pomeriggio hanno sfoderato un’altra prestazione maiuscola. Traduzione: lo spazio c’è sempre ma è di meno, perché il Terracina, a sorpresa, è tornato prepotentemente di moda ingaggiando Ezio Castellucci, allenatore sorano, sebbene nativo di Atina, che da queste parti conosciamo benissimo. Proprio Antonio H7 Tersigni fu il suo secondo in Serie D nella stagione 2012/13, quella di Piotr Branicki e di tanti rimpianti.

Si tratta di un trainer di categoria palesemente superiore, il che fa capire le intenzioni bellicose della società pontina. Del resto, se Castellucci scende per la prima volta in Promozione, vuol dire che il progetto del Terracina è ambizioso e convincente. Il mister volsco, tra l’altro, arriva alla guida dei tigrotti dopo la vittoria del campionato di Eccellenza con il Cassino: impossibile pensare che abbia accettato in cambio di una salvezza tranquilla. La vittoria di ieri a Suio potrebbe essere la prima di una lunga serie. Con Castellucci al timone, il Terracina lotterà certamente per la promozione in Eccellenza.

Da parte sua, quindi, il Sora dovrà continuare a macinare gioco e risultati, cercando di mantenere intatto (o magari incrementare) il preziosissimo vantaggio accumulato finora sui tigrotti (+ 5) e non trascurando la Coppa Italia, altra strada da percorrere per andare dritti in Eccellenza. La gara di ieri lascia ben sperare in tal senso: Cirelli e Gigli sono una coppia da sogno, garantiscono goal, spettacolo, ma soprattutto punti.

Anche il calendario è benevolo, perché domenica prossima al Colavolpe si giocherà un interessantissimo Terracina-Gaeta, con la squadra del Golfo che finora non ha mai perso. Questo primo scontro diretto tra due delle pretendenti al salto in Eccellenza potrebbe favorire proprio il Sora, che al Tomei affronterà l’ostica Pro Calcio Lenola, squadra da due goal a partita.

Veniamo all’annullamento del grado di difficoltà. L’unico metodo utile per rendere vana la mossa dei tigrotti è quello del cuore. In altre parole, bisogna stringersi ancor più attorno alla squadra, poiché il calore del pubblico sorano è da sempre l’arma in più per la stessa compagine volsca. E ancora una volta potrebbe rivelarsi decisiva in questo ennesimo (speriamo sia l’ultimo) tentativo di risalita.

RISULTATI 4A GIORNATA
Casalvieri-Itri 0-1
Monte San Giovanni Campano-Alatri 1-0
Gaeta-Arpino 3-1
Monte S.Biagio-Sporting Vodice 2-0
Pol. Tecchiena-Real Cassino Colosseo 0-0
Pontinia-Sora 0-4
Priverno-Scalambra Serrone 2-1
Pro Calcio Lenola-Mistral Gaeta 2-1
Suio Terme Castelforte-Terracina 0-2

CLASSIFICA
Monte San Biagio 12
Sora 10
Itri 10
Monte San Giovanni Campano 10
Tecchiena 8
Gaeta 8
Real Cassino 8
Priverno 7
Terracina 5
Pro Calcio Lenola 3
Mistral Gaeta 3
Arpino 3
Scalambra Serrone 3
Alatri 2
Pontinia 2
Sporting Calcio Vodice 2
Casalvieri 0
Suio 0

Commenti

wpDiscuz
Menu