23 aprile 2012 redazione@sora24.it
LETTO 547 VOLTE

Sora Calcio: la settimana della verità

Con il solito carattere e con l’indomita voglia di non arrendersi mai il Sora riesce a raddrizzare una partita nata male per un episodio sfortunato e riesce a fare un ulteriore piccolo passo verso la permanenza in serie D. Lisi e compagni offrono l’ennesima dimostrazione di grande attaccamento alla “camiseta bianconera” ma, visti i concomitanti risultati degli altri campi, devono ancora lottare per conquistarsi la matematica certezza della salvezza.

Ed il futuro bianconero si deciderà nei prossimi sette giorni. I bianconeri saranno impegnati mercoledì, nel turno infrasettimanale del “Montorli” di Boville, e domenica nell’ultimo impegno casalingo della regular season contro il Porto Torres. Due partite che rivestono un’importanza decisiva per la stagione bianconera e che non possono essere sbagliate. Dovranno essere le motivazioni decisamente superiori degli uomini di mister Castiello a dover fare la differenza per mettere al sicuro una salvezza che, tra mille problematiche, il Sora si è meritato sul campo.Il Boville ormai non ha più nulla da chiedere a questa negativa stagione, non è condannato all’Eccellenza solo dalla matematica, ma anche con tre vittorie nelle ultime tre partite avrebbe pochissime (per non dire quasi zero) possibilità di entrare nei playout. Il Porto Torres, invece, è in corsa per un posto nei playoff anche se nell’ultimo periodo, soprattutto lontano dalle mura amiche, ha avuto molti passaggi a vuoto e sembra non inseguire con molta convinzione l’obiettivo playoff.

Il pari con il Cynthia ha mantenuto inalterata la situazione in classifica ed, a solo 270 minuti dal termine del campionato, i bianconeri sarebbero salvi ma hanno bisogno di conquistare quei punti (tra i 4 e i 6) che potrebbero assicurare la permanenza in serie D. Lisi e compagni hanno immediatamente ripreso la preparazione in vista dell’atteso ed importante match di mercoledì al “Montorli” di Boville Ernica. Per il match contro gli uomini di mister Perilli e del suo vice, l’ex bomber bianconero Tommaso “Battaglia” De Carolis, il tecnico sorano Castiello dovrà valutare attentamente le condizioni di tutti gli atleti usciti stremati dalla battaglia nel fango del Tomei contro il Cynthia. Sicuramente il trainer beneventano dovrà fare a meno dell’apporto degli attaccanti Marco Parasmo e Ferdinando Campione ormai ai box fino al termine della stagione, mentre resta in dubbio la presenza in campo di uno dei tanti ex in campo Alberto Molinaro. Il centrocampista di Lenola era sotto diffida e, con l’ammonizione ricevuta con i romani, riceverà una giornata di squalifica che, però, non si sa se dovrà scontare mercoledì o domenica. Infatti visto che mercoledì, giorno canonico delle delibere del Giudice Sportivo, è festivo le decisioni disciplinari potrebbero essere anticipate alla giornata di martedì o posticipate a quella di giovedì insieme ai provvedimenti del turno infrasettimanale. Quindi se entro domani non dovessero essere comunicate le squalifiche Molinaro sarebbe a completa disposizione per la “trasferta” di Boville, altrimenti dovrebbe scontare il suo turno di stop forzato.

PROSSIMI AVVERSARI Gli ernici, dopo diverse stagioni in serie D, sembrano avviati irrimediabilmente verso la retrocessione in Eccellenza. Gli uomini di mister Perilli occupano l’ultima posizione in classifica a quota 24 punti e non sono condannati solo dalla matematica. Matrisciano e compagni intendono onorare il campionato fino alla fine e rispettare la maglia che indossano e, quindi, per i bianconeri non si tratterà di una semplice scampagnata fuori porta. Nonostante il finale di stagione sia troppo spesso caratterizzato da risultati a volte “troppo semplici”, al Sora mai nessuno ha regalato niente e sarà così fino alla fine. Per il match con i bianconeri il tecnico bovillense recupera dalla squalifica il giovanissimo ex sorano Simone Castellucci (’93), ma dovrà quasi sicuramente rinunciare all’infortunato attaccante macedone Hasa. Sicuramente il tecnico schiererà la migliore formazione possibile e dovrebbe confermare il 3-5-2 delle ultime uscite. Tra i pali conferma per il portiere siciliano Giuseppe Stancampiano, mentre il terzetto difensivo sarà quasi sicuramente composto dall’ex Viterbese e Zagarolo Fabio Ciafrei, dall’ex Isola Liri Antonio Matrisciano e dall’ex bianconero Francesco Frioni. Sulle corsie esterne di centrocampo dovrebbero agire i giovani Sandro Carfora (’92) sulla destra ed Edoardo Dall’Armi (’91) sulla sinistra, mentre a centrocampo dovrebbero trovar posto il playmaker Andrea Gennari supportato dal giovane Simone Castellucci (’93) e dall’ex altro ex Giacomo Iozzi che dovrebbe essere preferito al fin qui deludente Mineo. In attacco pare certo della maglia il bomber Massimiliano Farrugia mentre è ballottaggio tra lo scuola Lazio Samuele Cerroni (’92) ed il giovane di Atina Sandro Baglione (’92).

Alessandro Pisani – Addetto stampa ASD Ginnastica e calcio Sora
www.forzasora.it

Commenti

wpDiscuz
Menu