3 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 334 VOLTE

SORA CALCIO – Per domenica un Tomei ricco di passione (di Fabio Tranquilli)

I positivi risultati ottenuti in questo sorprendente avvio di stagione fanno respirare un’aria nuova e totalmente positiva nel club sorano che mancava ormai da troppe stagioni. Ma questo secondo posto solitario in classifica non è frutto dell’improvvisazione o della casualità, ma di un lavoro fin qui esemplare da parte di tutte le componenti: società, staff tecnico, squadra e pubblico. Tutto ciò, però, deve essere solo da stimolo per fare ancora meglio in futuro perché la strada per raggiungere un traguardo impensabile ad inizio stagione è ancora lunga e ricca di insidie. Bisogna proseguire sul sentiero tracciato a cominciare dal prossimo difficile impegno casalingo con il Porto Torres.

Per l’incontro con i sassaresi il tecnico dovrà sicuramente rinunciare allo squalificato Davide Iovinella che sconta l’ultima delle tre giornate di squalifica e deve sciogliere il rebus legato alle condizioni del guerriero volsco Giuseppe Bellucci alle prese con noie muscolari e che si spera di recuperare. Torna invece dalla squalifica il giovane terzino Marco Di Baia (’92) che dovrebbe ritrovare una maglia da titolare, mentre in attacco solito ballottaggio per due maglie tra Pellecchia, Pastore e Branicki. Quindi ancora dubbi da sciogliere per il tecnico che, tra l’allenamento di venerdì e la rifinitura di sabato, prenderà le decisioni definitive. Il più grande merito del tecnico Castellucci, fino ad oggi, è stato quello della gestione non solo tecnica ma motivazionale di un gruppo che si sente importante ed in cui ognuno sente la fiducia di poter dare il proprio contributo quando chiamato in causa.

A Sassari il mister sorano, a conferma di ciò, ha dato nuovamente fiducia al giovane Teoli, ha lanciato nella mischia per la prima volta dall’inizio il giovane e positivo Samuele Larotonda (’93), ed ha rilanciato ragazzi come Cancelli e Berardi che ultimamente, causa obbligo degli under, erano stati meno utilizzati. Quello di domenica sarà un crocevia importante della stagione perché arriva dopo un grande exploit come quello del Vanni Sanna e perché, contro una squadra ostica come il Porto Torres, bisognerà proseguire nel dare continuità ai risultati per restare agganciati alla vetta. Servirà, quindi, la spinta di un pubblico che ancora fatica a ritrovare con costanza ed assiduità la passione che lo ha sempre caratterizzato, ma che siamo sicuri in una tappa importante della stagione sarà in numero massiccio al fianco di una squadra, fin qui meritevole di un sostegno incondizionato, e potrà risultare determinante per spuntarla in un match complicato.

Fabio Tranquilli

Commenti

wpDiscuz
Menu