15 febbraio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 445 VOLTE

Sora Calcio: ripartiamo da Marino

Dopo due settimane di stop (una imposta dal calendario e una dalla neve e dal gelo che ha colpito gran parte dell’Italia) finalmente in casa bianconera si torna parzialmente alla normalità e si riprende a parlare di calcio giocato. Le fredde correnti siberiane del Buran e del Blizzard hanno avuto la meglio sulla grande voglia di rivalsa dei bianconeri e non hanno permesso il regolare svolgimento del match con il Palestrina che si sarebbe comunque giocato in un Claudio Tomei deserto per decisione del Giudice Sportivo.
Ma non tutto il girone G della serie D è rimasto a guardare, non si è giocato a Sora, a Pomezia (casa del Monterotondo Lupa), a Genzano ed a Roma (Astrea), mentre tutte le altre gare in programma si sono regolarmente disputate. Nei piani alti della classifica il Salerno, in attesa del pronunciamento della Giustizia Sportiva relativo al match con il Sora, allunga il passo sull’inseguitrice Marino che deve arrendersi sull’ostico campo del Selargius. I romani probabilmente si giocheranno contro il Sora domenica prossima una delle ultime occasioni per coltivare velleità di primato ed avranno una grande pressione sulle spalle perché fallire significherebbe, forse, pronunciare definitivamente la parola fine nella corsa diretta al professionismo. In chiave salvezza importanti, ma poco rassicuranti per i bianconeri, le vittorie del Civitavecchia che passeggia con il Pomigliano e dell’Anziolavinio che, nei minuti di recupero, ribalta il risultato a Bacoli. Le due compagini salgono a braccetto a quota 24 in classifica e, anche se con una partita in più disputata, riducono il vantaggio del Sora sulla zona calda della classifica a quattro lunghezze. Distanze che i bianconeri potranno subito ristabilire nel recupero infrasettimanale di mercoledì 22 alle ore 14.30 quando il match con il Palestrina e tutte le gare rinviate della serie D verranno giocate.
Prima, però, bisognerà necessariamente pensare alla difficile trasferta contro la vice-capolista Città di Marino che aprirà una settimana impegnativa ed importante per la compagine volsca. Marino in trasferta, Palestrina in casa a porte chiuse ed infine trasferta in Sardegna in quel di Selargius caratterizzeranno una settimana senza respiro per i colori bianconeri. Lisi e compagni, agli ordini di mister Castiello e del suo staff, hanno ripreso a lavorare dopo quindici giorni burrascosi per le difficoltà logistiche incontrate per allenarsi in maniera idonea. Per l’incontro di domenica il tecnico beneventano dovrà fare i conti con le assenze sicure di Daniele Lisi per squalifica e di Ferdinando Campione per infortunio, ma dovrà valutare con particolare attenzione anche le condizioni di Giuseppe Bellucci e Mario Sibilia. Il capitano bianconero dovrà scontare con i biancocelesti romani la giornata di squalifica rimediata a Salerno per somma di ammonizioni e non scontata domenica scorsa a causa del rinvio. E per un beffardo e poco fortunato scherzo del destino il Sora non potrà, nel match di recupero con il Palestrina, sfruttare il vantaggio dei quattro squalificati della compagine prenestina che sconteranno la loro “pena” domenica prossima e, tranne l’argentino Salomon fermato per tre turni, potranno tornare a disposizione nel recupero del Claudio Tomei. Giuseppe Bellucci e Mario Sibilia sono invece alle prese con una fastidiosissima pubalgia che non consente loro di allenarsi a pieno regime ed in maniera continuativa. I due bianconeri sono in fortissimo dubbio per il match di domenica e la loro eventuale assenza creerebbe un bel grattacapo per mister Castiello che sarebbe costretto, soprattutto in difesa, a modificare forzatamente l’assetto. La prolungata sosta, inoltre, è sempre un’incognita perché ripartire subito con la giusta dose di concentrazione e di attenzione non è mai semplice. Ma dopo la mini striscia di risultati negativi da cui sono reduci i bianconeri (tre sconfitte consecutive) bisogna risollevarsi immediatamente e riprendere a fare punti pur con la consapevolezza ed il massimo rispetto della forza delle compagini che si andranno ad affrontare.

PROSSIMI AVVERSARI
Il Città di Marino di patron Antonio Esposito occupa il secondo posto in classifica a quota 41 e si sta confermando l’unica rivale per il Salerno nella corsa al primo posto. La sconfitta di Selargius di domenica scorsa ha però complicato molto i piani del duo De Angelis-Rinaldi che, se vogliono continuare a coltivare il sogno promozione, non possono concedersi molti margini di errore. Tra le mura amiche dello stadio “Domenico Fiore” il cammino dei biancocelesti è stato pressoché perfetto ed in undici incontri disputati Fanasca e compagni hanno conquistato 22 punti con all’attivo 6 vittorie, 4 vittorie ed una sola sconfitta contro il Pomigliano. Per l’incontro contro i bianconeri di mister Luigi Castiello i capitolini dovranno fare a meno dell’apporto del giovane terzino siciliano Lorenzo Russo (’91) e del centrocampista Alessio Sireno che sono stati squalificati dal giudice sportivo. I due tecnici romani dovrebbero confermare il 4-3-3 come modulo di base. Davanti al confermatissimo portiere Alfonso Manfredonia (’92) dovrebbero agire uno tra l’ex Primavera del Napoli Claudio Corsini (’93) o il prodotto del vivaio romano Francesco Amendola (’94) sulla destra, al centro conferma scontata per l’affidabilissima coppia formata dall’ex difensore del Napoli, del Salerno e della Ternana Emanuele Troise e dall’ex Isola Liri Marco Paolacci, mentre a completare il roster difensivo sulla sinistra dovrebbe esserci Lorenzo Belfiore (’93). Le chiavi del centrocampo saranno affidate all’ex Primavera del Milan e figlio d’arte Patrick Kalambay che dovrebbe essere supportato dal giovanissimo ex Brescia Andrea Congiu (’93) e dal muscolare Paolo De Cristofaro. Il tridente d’attacco dovrebbe essere formato dalla classe del capitano Orlando Fanasca e dalla velocità ed imprevedibilità del piccolo Manuel Angelilli sugli esterni, con il prolifico bomber Simone Miani che dovrebbe spuntarla sul carioca Renan Pippi al centro dell’attacco. Molto probabile la panchina iniziale per l’ex attaccante bianconero Gianluca Simeoli.

Alessandro Pisani

Commenti

wpDiscuz
Menu