venerdì 20 maggio 2016

SORA – I piccoli alunni della De Matthias diventano esperti di fioretto!

Si è concluso con la tradizionale consegna degli attestati il progetto “A Scuola di Scherma”, organizzato a San Lorenzo dallo storico Istituto Maria De Matthias di Sora (Preziosissimo Sangue), in collaborazione con Valerio Picchi, Claudio Vona e Claudia Sarandrea, rispettivamente istruttore federale, presidente e consigliere della Asd Scherma Frosinone. Il progetto, iniziato a Febbraio e è conclusosi in questi giorni, ha visto la partecipazione di 40 alunni appartenenti alle cinque classi della scuola primaria, e sarà inserito anche nella programmazione scolastica 2016-17.

La decisione di scegliere la disciplina sportiva della scherma è nata dalla volontà di far conoscere a bambini e ragazzi un’attività sportiva dove non conta solo la capacità fisica, ma soprattutto quella intellettiva ed emotiva. La Scherma, infatti, mette in evidenza la personalità dell’allievo, forma il carattere ed insegna il rispetto del proprio avversario, essendo basata sul continuo confronto con l’altro; insegna a lavorare insieme, ad imparare dalla sconfitta ed a relazionarsi con le proprie capacità e con quelle degli altri, “allena” l’intelligenza e lo spirito di osservazione, nella ricerca dell’attimo propizio per portare il colpo a bersaglio. La scherma, inoltre, permette al ragazzo di interagire con i compagni, creando un solido spirito di gruppo. Ha un regolamento severo che impone il rispetto assoluto dell’avversario e della lealtà sportiva.

Il Progetto “A Scuola di Scherma” a cura dell’istituto De Matthias ha consentito agli alunni di acquisire abilità motorie mirate al miglioramento degli stili di vita ed alla corretta strutturazione di schemi corporei e motorei in armonia con le caratteristiche performative richieste per l’avviamento e la pratica della disciplina della Scherma. Agli alunni partecipanti sono state presentate le principali azioni schermistiche in forma ludica e non competitiva utilizzando materiale di plastica che riproduce il materiale agonistico ufficiale, senza presentare alcun rischio per l’integrità fisica degli alunni.

Il risultato dell’insieme delle proposte è stato un percorso ludico motorio nel quale sono state integrate le azioni motorie primarie (correre, saltare, rotolare, lanciare) con le principali azioni schermistiche (guardia, passi, parata, affondo) utilizzando l’attrezzatura di plastica che compone i kit (contenenti maschere, fioretti di plastica, ecc.) forniti gratuitamente.

scherma 2

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24