sabato 22 ottobre 2016 redazione@sora24.it

SORA – Il Consigliere D’Orazio scrive al Sindaco De Donatis e all’Ass. Di Ruscio

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera inviata dal Consigliere Comunale Maria Paola D’Orazio, al Sindaco Roberto De Donatis e All’Assessore alle Politiche Sociali Veronica Di Ruscio con il seguente oggetto: verifica e controllo cittadini rifugiati nel Comune di Sora a Sora non compresi nel progetto SPRAR.

«Considerato che L’Anci Nazionale ha condiviso un Piano Operativo che, muovendo dal sistema delle quote fissato nella Conferenza Unificata Stato Regioni, consenta una distribuzione di emigranti più equilibrata e sostenibile tra le diverse realtà locali, grazie ad una definizione di un numero di presenze rapportato alla popolazione residente nei Comuni Italiani, e considerata la nota del Ministero degli Interni del 11 \10\2016 , presentata e diffusa al Congresso Nazionale Anci, in cui si rende pubblico ed immediato il provvedimento in cui si evince che i Comuni che appartengono alla rete SPRAR possono essere esentati dalla attivazione di ulteriore forma di accoglienza, e considerato altresì che il Comune di Sora appartiene alla rete SPRAR, e che tale clausola si può applicare nella misura in cui il numero di posti SPRAR soddisfi la quota di posti già assegnati; la sottoscritta, Maria Paola D’Orazio, in qualità di Consigliere comunale, invita le SSLL ad una verifica ed un controllo capillare di quanti rifugiati sono ospitati a Sora in varie strutture designati direttamente dalla Prefettura,, al di fuori il progetto SPRAR . La verifica deve essere effettuata tempestivamente in modo capillare per un indispensabile controllo e verifica delle condizioni Igieniche sanitarie delle unità presenti in città, che potrebbero non essere state controllate e seguite in maniera capillare come , al contrario ,la rete Sprar effettua. Certa di un Vostro positivo e tempestivo riscontro porgo i miei
Cordiali saluti»

Commenti

wpDiscuz
ultime notizie
Menu