giovedì 26 maggio 2016 redazione@sora24.it

SORA – Il Festival dei Poeti abbraccia “Luca Polsinelli”

Grazie ad una lettera scritta dal Maresciallo Capo degli Alpini quando era in Kosovo, le rare qualità umane di questa bella figura di italiano di Sora sono emerse in tutta la loro grandezza. Le ha volute far conoscere il Ponte Levatoio, l’associazione culturale di Isola del Liri, grazie alla fiducia che mamma Teresa e papà Emilio hanno riposto nel presidente Mario De Carolis il quale, dopo non poche riflessioni sulla opportunità di divulgarla per la conoscenza soprattutto delle giovani leve, ha fatto breccia nella loro dignitosa riservatezza. La lettera, che ha consentito di porre sotto la giusta luce questo ‘patrimonio di tutti’, è stata letta dal bravissimo attore sorano Luca Mascolo nel corso della XXIII edizione del Festival dei Poeti che si è tenuta venerdì 20 maggio presso la Caserma ‘Simone Simoni’ di Sora, in collaborazione con il 41° Reggimento Cordenons, con il 9° Reggimento Alpini dell’Aquila e con gli Istituti Comprensivi I, II e III di Sora diretti, rispettivamente, dal Dott. Bernardo Giovannone, dalla d.ssa Licia Pietroluongo e dalla d.ssa Marcella Maria Petricca.

Dopo la lettura, per questo momento particolarmente solenne, il trombettiere dei bersaglieri, il Caporal Maggiore Scelto Giuseppe Abitino, che il 41° Reggimento Cordenons ha invitato appositamente da Caserta, dopo i classici squilli dell’attenti ha diffuso nell’aula, ma soprattutto nei cuori di ogni presente, le note del silenzio.
L’importantissimo documento morale, che è stato messo al centro della manifestazione e che ha prodotto tanta commozione nei presenti, dimostra quanto grande fosse la passione e la convinzione di Luca per quelle missioni di pace che più tardi gli costeranno la vita. Quella sera del 17 novembre 2001, alle ore 22.00, Luca, in una sequenza di concetti profondamente umani e rari, scriveva: “(…) Faccio guardie, scorte, pattuglie, aiuti umanitari e quant’altro possa fare, tutto incentrato e concentrato su un obiettivo comune: PACE; noi, qui, rappresentiamo questo e nulla più”. Non a caso il tema della commemorazione è stato: “Il senso della pace: Luca Polsinelli da Uomo ad Eroe (seppure in armi, autentico portatore di pace)”. L’importante evento, la cui conduzione è stata affidata a Paola Palleschi, si è avvalso della preziosa collaborazione della Corale di San Silvestro Papa diretta dal M° Antonio Cedrone, della conduzione e delle interpretazioni musicali dell’impareggiabile M° Donato Cedrone, violoncellista, pianista e voce del coro, e dei giovani e bravi musicisti: Davide Rotondi (clarinetto), Elisa Venditti (violoncello), Francesca Venditti (violino), Debora Vitulli (pianoforte e voce). Molto toccante, tra le musiche classiche proposte, ‘Dolce melodia’, per violoncello, composta da Elisa Venditti all’età di 12 anni e vincitrice, per la sezione musicale, del concorso annuale dedicato a Luca Polsinelli. I ragazzi dei tre Istituti Comprensivi hanno prodotto una serie di disegni che sono stati consegnati alla famiglia Polsinelli.

Altro momento molto toccante (in verità lo sono stati tutti i passaggi che hanno contraddistinto una manifestazione delicata, ma densa di contenuti), è stato l’intervento video da Londra del Maggiore degli Alpini Davide Marini, comandante di Luca in Afghanistan all’epoca dell’attentato di Kabul. La sua testimonianza di diretto protagonista, al pari della stessa lettera di Luca, è stata la riprova del profondo spirito che animava quello che per noi è diventato l’Alpino di tutti: l’Alpino la cui memoria va, e deve essere, tramandata ai posteri. Il Sindaco di Sora Ernesto Tersigni, visibilmente colpito dalla portata dell’evento, lo ha voluto considerare, come da discorso e da successiva intervista rilasciata, un prolungamento istituzionale sorano. Mario De Carolis, piacevolmente sorpreso, ha dichiarato: “Ne sono davvero onorato! Un interesse istituzionale spontaneo, soprattutto perché così ‘alto ed inaspettato’, è il giusto riconoscimento a mesi di lavoro personale fatto con passione, con disinteresse e nel profondo rispetto per un tema tanto delicato che la famiglia Polsinelli mi ha permesso di affrontare.”

Semplicemente ammirevole lo spirito di accoglienza dei militari del 41° Reggimento “CORDENONS di Sora che nelle persone del Comandante, Col. Giorgio Cipolloni, del vice comandante, Ten. Col. Giacomo Massa, dell’Aiutante Maggiore in 1a Capo Ufficio Maggiorità e Personale, Ten. Col. Pasquale Tomasco, del Ten. Col. Alfonso Di Tomassi, del tenente Daniele Zonfrilli, del 1° Maresciallo Giancarlo Venditti, del 1° Maresciallo Massimo Facchini, del 1° Maresciallo Roberto Palazzo, del Sergente Maggiore Capo Fabrizio Spagni, e del Caporal Maggiore Capo Simona Ciulli, hanno offerto al Ponte Levatoio un calore umano davvero straordinario. Particolarmente gradita la presenza del Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Sora, Capitano Ciro Laudonia accompagnato dal luogotenente Domenico Caramanica. Folta la rappresentanza degli Alpini provenienti da L’Aquila al seguito del Tenente Colonnello Umberto Manuele e dei luogotenenti Franco De Dominicis, Angelo Botti e Pietro Alfano. Nell’occasione il 9° reggimento Alpini ha offerto alla famiglia Polsinelli un dipinto raffigurante il giovane Luca. L’opera, che era conservata nel Museo storico de L’Aquila, curato dal luogotenente Alfano, è stata realizzata da un autore afgano ignoto. La volontà di immortalare chi si è posto come fratello e non come straniero, va interpretata come un apprezzabilissimo gesto di gratitudine da parte di chi si riconosce destinatario di quei benefici umani per portare i quali Luca ha sacrificato, nel profondo credo di ciò che faceva, la sua giovane vita.

20160520_111417

I musicisti dell’evento commemorativo. Da sx: il M° Donato Cedrone, Elisa Venditti, Francesca Venditti, Davide Rotondi, Debora Vitulli.

TEN. COL. MANUELE

Il Ten. Col. Umberto Manuele del 9° RGT: Alpini- L’Aquila

MASSA_FOTO RITAGLIATA

Il Ten. Col. Giacomo Massa del 41° RGT. CRODENONS – SORA

????????????????????????????????????

La consegna del dipinto raffigurante Luca Polsinelli, opera di autore ignoto afgano. A sx. la famiglia Polsinelli (Emilio e Teresa). Da dx. il Caporal Maggiore Capo Scelto De Bellis Cipriani Antonio, accanto al luogotenente Pietro Alfano, responsabile del Museo Storico del 9° RGT. Alpini.

foto marini - Copia

Il Maggiore degli Alpini Davide Marini, intervenuto da Londra. Era il comandante della Compagnia di cui Luca faceva parte al momento dell’attentato.

DSC_7639

Il logo del Festival dei Poeti nell’abbraccio a Luca Polsinelli alle spalle dei musicisti e del coro al termine della esecuzione dell’inno nazionale.

????????????????????????????????????

Il Ten. Daniele Zonfrilli del 41° RGT. Cordenons mentre legge la preghiera della Patria

????????????????????????????????????

Il Luogotenente Franco De Dominicis del 9° RGT. Alpini – L’Aquila  mentre legge la preghiera della Patria.

????????????????????????????????????

Uno dei due picchetti d’onore posti ai lati del pubblico

DSC_7521

La corale di San Silvestro Papa diretta dal M° Antonio Cedrone

????????????????????????????????????

Il bravissimo attore sorano Luca Mascolo mentre legge la lettera-documento di Luca Polsinelli

CAPORALE

Caporal Maggiore Scelto dei Bersaglieri Giuseppe Abitino

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti