lunedì 3 aprile 2017 redazione@ciociaria24.net

Sora: il posto in Europa è più lontano ma il tuo “scudetto” lo hai già vinto

La Calzedonia Verona s’impone sul campo della Biosì Indexa Sora al tie break e si porta sul 2-0 nel computo parziale delle gare giocate finora nei quarti di finale dei PlayOff Challenge, gli spareggi validi per la conquista del 5° posto nella classifica finale di Superlega 2016/17, e di conseguenza di un posto in Challenge Cup, l’ex Coppa CEV.

Gli scaligeri hanno vinto ancora al tie break e ancora una volta hanno ribaltato un parziale di due set a uno in favore dei volsci. Questo aspetto, naturalmente, fa crescere molto i rimpianti dei sorani, perché sta a significare che la semifinale non è una chimera. Certo, ora il cammino si fa decisamente più complicato, perché bisognerà vincere tre volte consecutive (due a Verona e una volta a Sora) per passare il turno. Il miracolo è già riuscito l’anno scorso a Vibo Valentia, chissà che coach Colucci e company non concedano il bis.

In ogni caso, Sora ha già vinto il suo scudetto “tecnico”, in quanto è l’unica società di Superlega che schiera in panchina allenatore e vice-allenatore autoctoni: Maurizio Colucci e Vittorio Giacchetti, sorani doc. Chi s’intende di sport sa bene che questi risultati sono infinitamente più importanti dei trofei in bacheca per una società, in quanto rappresentano solide basi per il futuro, non solo dal punto di vista pallavolistico. Se questo trend diventerà una tradizione, tra una ventina d’anni avremo coach sparsi in mezzo Paese e la capitale della pallavolo potrebbe spostarsi da Modena verso sud…

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI a Sora
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA