2 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 528 VOLTE

Sora, Isola del Liri ed Arpino: l’unione fa la forza. Ecco il personale per il Giudice di Pace

Nuova organizzazione dell’ufficio del Giudice di pace che continuerà a restare operativo grazie all’apposita convenzione tra i Comuni del territorio. Il Decreto Legislativo n.156/2012, art.3, comma 2, aveva previsto la possibilità che i comuni ove il giudice di pace era stato soppresso in attuazione della revisione della geografia giudiziaria, potessero chiedere al Ministero della Giustizia di mantenere attivo l’Ufficio, facendosi carico delle spese di funzionamento e di erogazione del servizio con personale amministrativo proprio.

Per salvare la sede giudiziaria, il Comune di Sora ha stipulato, in qualità di ente capofila, un’apposita convenzione con altri comuni del comprensorio grazie alla quale è stato garantito il mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace.

Nel rispetto della tempistica stabilità dal D. Lgs. 156/2012, nei giorni scorsi sono stati comunicati al Ministero della Giustizia i nominativi del personale destinato a svolgere mansioni di supporto all’attività giurisdizionale e che, a partire dal 7 luglio, verrà avviato a specifica formazione presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Frosinone. Il Comune di Sora, oltre ad avere fornito la sede all’Ufficio giudiziario e a farsi carico delle spese relative alle utenze ed alle pulizie, ha individuato due unità tra il proprio personale da destinare al servizio. Il Comune di Isola del Liri, a sua volta, ha destinato un dipendente così come il Comune di Arpino che continuerà a garantire la presenza di una unità lavorativa peraltro già da anni comandata presso il Giudice di Pace con funzioni di cancelliere.

Il Ministero di Giustizia ha previsto un periodo transitorio per la formazione del personale messo a disposizione dai comuni aderenti per cui per il momento l’attività presso la sede giudiziaria continuerà con il medesimo assetto gestionale ed amministrativo. La struttura continuerà, quindi, fino al mese di ottobre ad operare col personale precedentemente assegnato. Al termine della fase transitoria il Giudice di Pace si avvarrà esclusivamente del personale dei Comuni aderenti al progetto di mantenimento.

Commenti

wpDiscuz
Menu