1 maggio 2016 redazione@sora24.it
LETTO 1.037 VOLTE

SORA – Maurizio D’Andria presenta un punto del suo programma: “verde in centro, shopping e vivibilità”

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato a firma di Maurizio D’Andria, candidato consigliere comunale con Ernesto Tersigni Sindaco.

«Sappiamo tutti che l’aria di Sora è inquinata da micro polveri del tipo PM2,5 prodotte dalla turbogas della Cartiera del Sole pari a parecchie tonnellate l’anno. Sappiamo pure che queste micro polveri PM2,5 sono molto pericolose per la salute dei sorani, a partire dai soggetti fisicamente più deboli come i neonati, i bambini, gli anziani e i malati per poi interessare tutte le fasce della popolazione sorana in quanto possono provocare ed accentuare malattie molto molto brutte, anche mortali quali ictus, infarti, …, tumori e cancro e altre patologie cardio respiratorie. La mia battaglia (e di altri 104 residenti) per la difesa della salute dei sorani in Tribunale si è fermata davanti a due sentenze assolutamente discutibili emesse da due giudici che meriterebbero ben altro che una menzione pubblica. In un caso ho fatto anche un esposto contro la sentenza “errata” della giudice, ma la giustizia italiana è quella che è… proprio come pensate voi. Apparentemente… forte con i deboli e debole con i forti.

Dunque, mi candido a consigliere comunale in una lista del PD collegata alla candidatura di Ernesto Tersigni sindaco per portare in consiglio comunale la questione tutela della salute dei sorani, per portare la città di Sora ad una migliore, più elevata qualità della vita dei residenti e vivibilità della città raggiungibile a mio avviso anche attraverso interventi di bio architettura che vedano le strade e le piazze di Sora vestirsi di nuovi arredi urbani fatti prevalentemente da alberi e pochi altri accessori come panchine e giochi per bambini. Sotto l’aspetto sanitario bisogna ricordare che gli alberi ed i boschi rappresentano dei veri e propri “pozzi di assorbimento di carbonio e polveri sottili” che nella città di Sora assolvono al difficile compito di contrastare l’inquinamento da micro polveri PM2,5 e degli ossidi/biossidi di carbonio ed altri inquinanti pure presenti nell’aria che respiriamo tutti, quotidianamente, 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno. Perciò vorrei sottoporre alla vostra attenzione questa mia proposta elettorale che se supportata dal vostro voto, mi impegnerà in consiglio comunale a far si che il sindaco eletto faccia propria questa proposta e la realizzi.

Il 5 giugno, andando a votare, possiamo scegliere quale Sora essere.

Possiamo cambiare la città per rivitalizzarla oppure lasciarla morire così come tendenzialmente è oggi. Possiamo realizzare una oasi di bellezza nel centro oppure lasciare che il deserto di cemento lo divori lentamente. Possiamo creare un polo di attrazione per le famiglie e per lo shopping oppure scoraggiare residenti e visitatori e invitarli ad andare via da Sora in cerca di luoghi più confortevoli. Dunque, la mia proposta è : piantiamo tanti alberi lungo tutto Corso Volsci per creare una volta di cielo verde andando a recuperare meno di un metro quadrato di carreggiata stradale (senso unico), lasciando il transito e il parcheggio alle auto (un albero ogni 2 auto parcheggiate).   Facciamo di Piazza S. Restituta un giardino e piantiamo più palme e più alberi al posto di quei 4 tronconi spelacchiati abbandonati nel deserto di pietra arsa che è ora la piazza. Abbiamo begli esempi a cui ispirarci. Le Ramblas e piazza Reial di Barcellona, Via Veneto di Roma o i Campi Elisi a Parigi oppure …. restare la vecchia Sora di sempre, nuda ed arsa. Allora io dico, è meglio avere più verde pubblico per avere più luoghi di frequentazione e di sosta, anche per lo shopping.

Questa è l’idea di rinnovamento per la nuova Sora.

 1

PIÙ PALME/ALBERI IN PIAZZA S. RESTITUTA

2

Nel mio programma di consigliere comunale propongo perciò di piantare alberi su tutte le strade di Sora, a partire da piazza Indipendenza, Corso Volsci, Piazza S. Restituta, piazza Cesare Baronio, fino al ponte di Napoli. Le foto riportate cercano di fare un raffronto tra i luoghi di Sora come sono oggi e come potrebbero essere domani. Vale la pena ridisegnare le strade e le piazze di Sora con il Verde? Certamente si.

giardini

Se il centro non è ancora una isola ecologica a traffico zero, può essere però arredata di verde.

Molti motivi in più per frequentare il centro di Sora, anche per lo shopping. Sarà mica un ostacolo insormontabile raccogliere le foglie che cadono d’inverno? Sarà impossibile pulire lo spazio davanti il proprio negozio? Non credo. Un buon esempio di crescita civica Sora l’ha già dimostrata con l’adozione in un sol colpo del piano di differenziare l’immondizia e con l’eliminazione dei bidoni su strada per tutta Sora. Possiamo farcela anche contro le foglie che cadono dagli alberi. Pianteremo alberi che fanno le radici in profondità per non far rompere il manto stradale e i marciapiedi. Si può fare ! Abbiamo ancora tanti alberi donati dalla Burgo SpA al Comune di Sora, usiamoli intensivamente come politica ambientale, urbanistica e sanitaria.

Sviluppare e curare il verde urbano è un interesse generale. Gli alberi trattenendo le polveri sottili ed assorbendo l’anidride carbonica contribuiscono a combattere sia l’inquinamento della nostra città (micro polveri PM2,5 della Turbogas) che i mutamenti climatici locali (nevica… non nevica). Non a caso è stato lanciato il progetto internazionale di piantare un albero per ogni abitante del pianeta di qui al 2020. Con queste premesse l’Italia si è dotata della legge n. 10/2013 per gli spazi verdi urbani, che ha gli obiettivi dichiarati di aumentare il verde e la bioarchitettura nei nostri centri abitati per contribuire così a uno sviluppo urbano sostenibile e alla bellezza delle città italiane. Tra i punti qualificanti della normativa per gli spazi verdi urbani c’è l’obbligo ribadito per i Comuni sopra i 15mila abitanti di piantare un albero per ogni nuovo nato. Approfittiamone per abbellire Sora.

3

ALBERI LUNGO TUTTO CORSO VOLSCI

 4

ALLUNGAMENTO DI PARCO S. CHIARA IN PIAZZA INDIPENDENZA

5

ALBERI SPARTI TRAFFICO IN PIAZZA CESARE BARONIO

Perciò, se vengo eletto Consigliere Comunale mi impegno a far realizzare questa trasformazione bio architettonica delle strade e delle piazze di Sora».

Commenti

wpDiscuz
Menu