giovedì 16 febbraio 2017 redazione@sora24.it

SORA – Nata morta all’Ospedale SS. Trinità. Il Tribunale concede altri 40 giorni di accertamenti

In merito al caso della 34ene di Fontana Liri che il 17 Gennaio 2015 fu sottoposta a un parto cesareo presso l’Ospedale di Sora, che si concluse con la venuta alla luca della piccola già morta, il Tribunale di Cassino ha concesso una proroga di 40 giorni per espletare ulteriori accertamenti ed evitando quindi l’archiviazione del caso.

La notizia è riportata sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi in un articolo a firma di Giulia Abbruzzese. «La perizia del consulente incaricato dal pubblico ministero – si legge nell’articolo – non aveva rilevato responsabilità da parte dei sanitari della struttura sorana e così, l’anno successivo, il pm Armanini chiese l’archiviazione del caso».

I genitori della piccola, tuttavia, si sono opposti a tale richiesta attraverso il loro legale, l’avvocato Carlo Sartini del foro di Roma. Gli accertamenti, conclude Abbruzzese, «si concentreranno con molta probabilità sugli esiti dei tracciati cardiotopografici eseguiti sulla neonata. Proprio da quei referti, infatti, potrebbero emergere elementi utili per chiarire le circostanze in cui la partoriente arrivò in ospedale. La speranza dei genitori, ora, è di trovare una risposta a questa assurda tragedia».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA