sabato 20 maggio 2017 redazione@sora24.it

SORA – Operazione congiunta Anticrimine-Squadra Volante volsca: due arresti per cocaina

Nella mattinata di ieri a Sora sono stati arrestati due fratelli di etnia rom per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’operazione, a cura del settore Anticrimine e della Squadra Volante del Commissariato di P.S. Sora, è scattata a seguito di un’attività informativa al termine della quale la Polizia ha appreso che, all’interno di un fondo agricolo adibito a ricovero di animali, era in corso un’attività di confezionamento di sostanze stupefacenti da destinare poi allo spaccio a cura di appartenenti alla comunità rom stanziale di Sora.

Con il coordinamento del Dirigente il Commissariato di P.S. Sora, dopo aver individuato la stalla, aver tagliato con una tronchese la catena di metallo che chiudeva il cancello posto all’ingresso per impedire l’accesso dalla pubblica via, i poliziotti sono riusciti a eludere la sorveglianza di uno dei due soggetti, risultati essere poi due fratelli, fermo all’esterno del manufatto a mo’ di vedetta, il quale non è riuscito ad avvertire l’altra persona che si trovava all’interno della stalla.

Gli operatori di polizia, quindi, hanno fatto irruzione all’interno dello stabile cogliendo di sorpresa l’altro soggetto intento al confezionamento della sostanza stupefacente. Sul bancone in legno, sono stati rinvenuti 140 grammi di cocaina, una parte della quale confezionata in ovuli, l’altra parte in dosi cellophanate già pronte per la cessione.

Inoltre, è stato rinvenuto un rotolo di carta cellophanata, un bilancino di precisione acceso e funzionante e una spatolina per dividere in dosi lo stupefacente. I due fratelli, abitanti in Sora, sono stati tratti in arresto e accompagnati presso la Casa Circondariale di Cassino. All’interno della stalla è stato richiesto anche personale della Polizia Locale, per la verifica della conformità delle norme edilizie e personale della ASL in quanto sono stati rinvenuti sessanta scatole di medicinali per animali, sei delle quali sono risultati prodotti dopanti.
Sono in corso verifiche sulla legittima provenienza degli animali.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App