26 agosto 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.205 VOLTE

SORA – Progetto ex novo per il Palazzo degli studi Simoncelli

L'amministrazione cambia il progetto per il Palazzo degli studi Simoncelli. Il consigliere delegato ai lavori pubblici Massimiliano Bruni spiega le novità.

Progetto ex novo per il Palazzo degli studi Simoncelli. Soddisfazione tra i banchi della maggioranza per il lavoro svolto sul progetto iniziale dell’intervento.

È il consigliere delegato ai lavori pubblici Massimiliano Bruni a spiegare la novità: «L’amministrazione ha ritenuto opportuno rimodulare il progetto che inizialmente prevedeva una struttura in acciaio. Nel 2014 il Comune presentò la documentazione per ricevere i fondi con l’allora sindaco Tersigni. Noi abbiamo sottoposto alla Regione Lazio l’opportunità di riformulare il progetto, prevedendo una struttura in cemento armato al posto di quella d’acciaio. Il progetto iniziale, considerando l’importo finanziato, era irrealizzabile. Avendo avuto l’ok dalla Regione, abbiamo rimodulato l’intervento e sottoposto al genio civile la pratica.

L’undici agosto scorso abbiamo avuto comunicazione del parere favorevole. Lunedì ci sarà sicuramente un incontro tra il Rup e il progettista per procedere alla chiusura, tramite la firma del verbale, dell’iter tecnico e amministrativo. Con il progetto esecutivo approvato, probabilmente nella giornata di martedì quando si riunirà la giunta, il passaggio successivo vedrà la realizzazione della determina a contrarre con cui si stabiliranno i parametri su quale tipo di gara adottare».

Una volta pubblicato l’atto, si partirà con le procedure di gara. Ma il tempo stringe. «Entro il 15 settembre, data fissata dalla proroga della Regione, il Comune deve almeno aver aggiudicato la gara – sottolinea il consigliere Bruni – Quindi confidiamo nella Regione, vista anche l’importanza dell’intervento, perché si parla di una scuola e inoltre è alta l’attenzione relativa agli ultimi eventi sismici di Ischia in termini di sicurezza».

Proprio su questo fronte, Bruni argomenta: «Si potrebbe pensare a un atto d’urgenza che dimezzi i tempi della gara. Sarà il segretario comunale Scarsella a decidere come muoversi, essendo lui il dirigente. È da sottolineare che anche il Comune di Isola del Liri si è mosso, pubblicando una procedura di gara d’urgenza. Abbiamo già avuto un confronto con il dottor Antonelli della Regione Lazio che ci ha assicurato che in questa fase è importante partire con le procedure, se poi l’aggiudicazione viene fatta qualche giorno dopo il 15 settembre, non dovrebbero esserci problemi».

Fonte: Enrica Canale Parola – Ciociaria Editoriale Oggi del 26/08/2017

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

Scusate la mia ignoranza, ma la domanda la devo fare….. :” L’agibilita del complesso dipende solo dalla scala? Il resto è antisismico?”

wpDiscuz
Menu