lunedì 31 ottobre 2016 redazione@sora24.it

SORA – Questa sera torna la “Festa della Luce” organizzata da mons Donato Piacentini

“Dobbiamo essere luce in un mondo di tenebre, certezza nello smarrimento in cui siamo immersi”. È questa la riflessione di mons. Donato Piacentini, parroco di S. Bartolomeo, S. Silvestro e S. Ciro con cui invita tutta la cittadinanza a partecipare alla “Festa della Vita e della Luce” che avrà inizio il prossimo 31 ottobre dalle 18.30 in piazza Esedra a Sora, con momenti di preghiera, di riflessione, ed un cammino di vera festa. Sono diversi anni che don Donato Piacentini organizza a Sora la “Festa della Luce”. “Abbiamo bisogno di ridare speranza e fiducia, afferma ancora don Donato, all’essere umano e questo si può fare solo riconquistando e realizzando i valori che si stanno calpestando. Non una società di morte ma di vita.

L’unica soluzione vera e giusta è ritornare alla fonte della nostra pace vera : l’insegnamento dell’unico vero Maestro che è Gesù Cristo. Egli ci ha detto: siate figli della luce, siate coerenti, diffondete intorno a voi gioia, energia, vita, impegno sereno e costruttivo”. Questo è il proposito che è alla base della festa della luce e delle manifestazioni che l’accompagnano e che saranno realizzate, appunto, il prossimo 31 ottobre, per l’intera notte fino all’alba del 1° novembre, festa di Ognissanti. Le parole ricorrenti saranno: luce, gioia,vita che si contrappongono alle maschere ed agli abbigliamenti di morte, ai mostri che deprimono e incutono terrore e timore. La sera del 31 ottobre saranno i bambini, i ragazzi, i giovani con i loro genitori, i protagonisti autentici della manifestazione della luce e della vita che inizierà alle ore 18,30, partendo da Piazza Esedra, vicino la Chiesa di S. Bartolomeo.

Il corteo festoso si dirigerà, con i colori variopinti dei palloncini e le luci dei flambeaux, degli striscioni e al canto degli slogan scanditi con forza e gioia dirompente, verso Piazza S. Rocco, percorrendo Via Lungoliri Rosati e Borgo S. Rocco. Nella Piazza di S. Rocco saranno liberati in cielo i palloncini colorati e poi per tutti, i bambini prima e per gli accompagnatori dopo, saranno distribuite castagne e bibite. E’ la festa, è la gioia della condivisione, della partecipazione spontanea e coinvolgente, il significato e ogni gesto di questo incontro. La sera, alle ore 21,30 inizierà nella Chiesa di S. Bartolomeo Apostolo la veglia notturna con l’esposizione e l’adorazione continua di Gesù Sacramentato, che si protrarrà fino al mattino seguente.

Inizieranno le Confraternite del SS. Sacramento di S. Bartolomeo e S. Silvestro; poi l’adorazione del gruppo della Divina Misericordia, dei giovani e quindi del gruppo carismatico “Regina delle Vittorie”. Davanti al Signore si alterneranno ancora altri gruppi spontanei, a cui si potrà aggiungere chiunque voglia unire la propria presenza nella preghiera e nel canto. Al mattino del 1° novembre, alle ore 6,50, ci sarà nelle vie adiacenti la chiesa, nel centro storico, la processione eucaristica che percorrerà Via Cittadella, Piazza C. Baronio,Via Lungoliri Rosati, Via Boncompagni e rientro nella chiesa di S. Bartolomeo. Dopo la benedizione, alle 7.30 seguirà la Santa Messa per la solennità di tutti i Santi.

Gianni Fabrizio

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA