Pubblicità

Sora vince il suo primo set in SuperLega ma non le basta contro la Lube

Pubblicato ilgiovedì 20 ottobre 2016   
Pubblicità

Convince anche a Civitanova la BioSì Indexa Sora che all’Eurosuole Forum impensierisce i padroni di casa de la Cucine Lube rubandogli un set, il primo che i ragazzi di Patron Giannetti vincono in SuperLega. Nel primo turno infrasettimanale in programma nella quarta giornata, Rosso e compagni hanno dato grattacapi anche agli uomini di coach Blengini contrastando alla perfezione il loro gioco nei primi due set. Poi però la guida tecnica locale decide che è il momento di mostrare la sua vera Lube e manda in campo Juantorena al posto di Kovar, sarà lui a cambiare completamente il volto alla gara imprimendo la marca definitiva.

Pubblicità

Per arrivare alla vittoria finale per 3-1 i cucinieri hanno dovuto lottare non poco ma il risultato a referto è figlio dell’accelerazione giusta nei momenti topici dei set e dell’MVP, quelli in cui è prevalsa l’esperienza e il livello tecnico degli uomini Lube.

“Abbiamo fatto una buona partita soprattutto all’inizio – commenta coach Bruno Bagnoli. Siamo riusciti a restare dentro il match giocando una buona pallavolo e dimostrando di aver fatto dei progressi. Questo è un campo molto difficile, sapevamo che sarebbe stata dura ma li abbiamo costretti a ricorrere alla formazione titolare. Quando è entrato Juantorena ha giocato delle palle straordinarie, risolvendo la situazione di difficoltà con giocate molto importanti anche su palloni brutti e con degli ace che hanno fatto la differenza. Peccato che alla fine ci siamo disuniti, ma davanti a cotanta forza in attacco e a muro può essere anche comprensibile. Sicuramente oggi abbiamo visto un buon Mattia Rosso in attacco, una buona prestazione dell’alzatore e soprattutto abbiamo avuto dimostrazione da Miskevich di poter giocare a questo livello”.

Allo starting players sestetto tipo confermato per coach Bagnoli con Seganov in cabina di regia opposto a Miskevich , Kalinin e Rosso come martelli-ricettori, Gotsev e Mattei al centro della rete, e Santucci libero.

Mister Blengini invece si affida alla diagonale Christenson-Sokolov, ai posti 4 Cebulj-Kovar, alla coppia di centrali Stankovic-Cester, e Pesaresi libero.

Il servizio vincente di Mattei apre il match che Kalinin a muro su Sokolov porta sullo 0-3. È lo stesso opposto bulgaro a guidare il break positivo dell’aggancio del 5-5 ma Sora è brava a non concedere ulteriore spazio e ad aprire con Seganov a una mano per Mattei, un punto a punto che accompagna il set fino al 12-13. Cebulj guadagna per i suoi il cambio palla, e dopo una decisione arbitrale invertita dal video check in favore della Lube, un parziale di 3-0 con qualche errore sorano di troppo porta la contesa sul 16-13. Non molla la presa la BioSì Indexa ristabilendo l’equilibrio del 17-16 e del 19-18. Sokolov e Kalinin fanno saliere il tabellone sul 22-20 ma è la battuta di Cebulj a dare l’impronta definitiva al primo set che si chiude 25-20 in favore dei padroni di casa.

Torna in campo con nuove energie e soprattutto nuove idee di gioco la BioSì Indexa Sora che mette a referto un 1-5 chiuso da Rosso a muro su Kovar. La padronanza di campo continua con Miskievich in attacco e dai nove metri ad autografare il 4-9. Ferma tutto coach Blengini ma alla ripresa i suoi non riescono ad andare oltre un palla a palla che fa custodire gelosamente ai volsci 5 lunghezze di vantaggio al 7-12. Ricuce un po’ lo strappo Civitanova con Sokolov per il 10-12 ma è la prima intenzione di Cebulj a riportare l’equilibrio sul tabellone 13-14. Galleggiamento apparente perché Sora, guidata in attacco dal suo opposto e da Kalinin, torna alla guida del set 14-17 e 17-20. Sale in cattedra capitan Rosso chiamato dal suo regista a dare concretezza a quanto fatto finora, e con tre attacchi vincenti è 19-23. Un errore per parte porta la contesa sul 20-24 e Sora con Miskevich lo chiude alla prima occasione. Vince così il suo primo set in SuperLega la squadra ospite dell’Eurosuole di Civitanova.

Il granitico muro a 1 di Rosso ai danni di Sokolov per il 2-3 mostra subito che game sarà, e l’altro con gli stessi attori protagonisti per il 5-5 ne da conferma. 6-8 e mister Blengini decide che è il momento di mostrare la sua vera Lube mandando in campo Juantorena al posto di Kovar. Il tempo di un paio di rotazioni che lo schiacciatore idolo del palazzo marchigiano ribalta completamente il set facendo grandi danni al servizio per il 13-9 che costringe coach Bagnoli a richiedere il time out tecnico a sua disposizione. Un video check favorevole e l’ace di Seganov rimettono Sora in corsa 14-12 dopo aver subito il parziale di 6-0, ma è ancora il servizio a fare la differenza in campo con Cebulj a far saltare la ricezione volsca per il 19-13. Seganov si affida a Mattei per l’ultimo urlo del set che infatti muore lentamente per Sora sotto le straordinarie giocate di Juantorena 20-25.

Lube in vantaggio 2 set a zero e 3-1 in avvio del quarto con l’ace di Christenson. Gotsev a muro su Sokolov pareggia i conti 3-3, ma subito l’opposto locale concede ai suoi il doppio passo del 9-7. Stankovic lavora bene per il cambio palla e Christenson, servendo tutte le sue bocche da fuoco, fa contare ai 3200 spettatori dell’Eurosuole un parziale positivo di 6-0 che vale il 15-7. Resistono come possono gli uomini di Bagnoli ma piano piano il set e il match scivolano via tra gli applausi fino al 25-16 finale.

CUCINE LUBE CIVITANOVA – BIOSÌ INDEXA SORA 3-1

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 4, Sokolov 20, Juantorena 8, Kaliberda n.e., Stankovic 6, Candellaro, Pesaresi (L), Corvetta n.e., Casadei n.e., Kovar 5, Cester 12, Grebennikov, Cebulj 18. I All. Gianlorenzo Blengini; II All. Giancarlo D’amico. B/V 10; B/P 22; Muro 10.

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 2, Miskevich 15, Kalinin 5, Rosso 15, Gotsev 4, Mattei 5, Santucci (L), Marrazzo, Sperandio 1, Tiozzo, De Marchi, Lucarelli n.e., Corsetti (L) n.e., Mauti n.e.. I All. Bruno Bagnoli; II All. Maurizio Colucci. B/V 3; B/P 16; Muro 7.

ARBITRI: Santi Simone, Luciani Ubaldo.

ADDETTO AL VIDEO CHECK: Girolametti.

SEGNAPUNTI: Polenta.

PARZIALI: 25-20 (’24); 21-25 (‘26); 25-15 (’24); 25-16 (’22).

MVP: Juantorena.

SPETTATORI: 3.240.

INCASSO: €23.947.

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
ANNUNCI GRATUITI
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net