4 giugno 2013 redazione@sora24.it
LETTO 1.436 VOLTE

SORAISOLA? NO, GRAZIE. PER IL CALCIO CI SONO GIA’ IL “MATUSA” E LA POLTRONA

In un articolo di Giovanni Lanzi pubblicato su La Provincia Quotidiano di oggi, Martedì 04 Giugno, sono riportate alcune dichiarazioni dei sindaci di Sora e Isola del Liri, Ernesto Tersigni e Luciano Duro, in merito all’ipotesi di fusione delle due squadre di calcio locali, entrambe militanti in Serie D, per dar vita ad una nuova società “biancorossonera”: il Soraisola. Tersigni e Duro si dichiarano sostanzialmente favorevoli, giudicando percorribile l’idea.

Il primo cittadino sorano, tuttavia, ha dichiarato poco fa a Sora24 che “l’idea di una eventuale fusione verrà sottoposta anzitutto all’attenzione dei tifosi, com’è giusto che sia”. Immaginando che anche Duro si trovi sulla stessa lunghezza d’onda, ci permettiamo di esprimere un’opinione:

NO ALLA FUSIONE DEL SORA E DELL’ISOLA LIRI. PER IL CALCIO CI SONO GIA’ IL “MATUSA” E LA POLTRONA

Tale affermazione deriva certamente da una reazione sentimentale all’ipotesi, perché il Sora per noi Sorani è sacro ed in quanto tale non deve essere profanato. Ad ogni modo, anche ragionando a mente fredda e suddividendo per punti la questione come di seguito, il risultato non cambia.

NOI DI SORA
Noi tifosi del Sora abbiamo fatto cose che nel resto d’Italia possono solo sognare: 500 presenti a Torrenova alle 11 di mattina in Promozione Laziale, 2000 al Tomei per un play-off sempre di Promozione Laziale, 500 in traferta a Strangolagalli per una partita di Prima Categoria Provinciale, campionato in cui abbiamo fatto registrare l’impressionante media di 1000 spettatori allo Stadio Tomei. Tutto ciò senza senza sfiorare lontanamente neanche con il pensiero i memorabili esodi di Catanzaro, Perugia, Ascoli, L’Aquila, Castel di Sangro, Napoli, Roma (1992 e 2011), e le trasferte con la mitica Boys Sora 04 in 2a categoria. Lo abbiamo fatto per il Sora, non lo faremo mai… per una squadra di calcio.

“NOI” DI ISOLA
Non siamo le persone più adatte per parlarne, ma possiamo comunque immedesimarci nei panni di coloro che hanno vissuto la promozione in C2 del 2008 ed i successivi quattro campionati nel professionismo, coronando un sogno che coccolavano da 83 anni. Le emozioni sotto la pioggia in Curva Siberia o al seguito dei colori del cuore non potranno mai essere le stesse al cospetto… di una squadra di calcio.

IL SORAISOLA
Ecco, questa sarebbe una classica squadra di calcio. Ne abbiamo conosciute a bizzeffe e con nomi anche più bizzarri. Abbiamo visto le loro tribune desolatamente vuote, abbiamo giocato costantemente in casa anche quando eravamo loro “ospiti”, abbiamo perso tante partite sul campo ma mai sugli spalti. Perché noi eravamo Sora, mentre loro erano… squadre di calcio. Il Soraisola sarebbe destinato allo stesso futuro: pochi calciofili in casa e zero, sottolineo zero, innamorati in trasferta. Non solo: un’eventuale fusione decisa per far fronte alle attuali difficoltà economiche non farebbe altro che rinviare il problema all’anno successivo, perché una maglia senza Storia e fondata non sull’amore per una città, bensì sul calcio, non ha alcun valore affettivo.

MEGLIO SPARIRE
Se proprio non vi fossero le possibilità per giocare in Serie D, sarebbe decisamente preferibile che il Sora e l’Isola Liri rinunciassero ad iscriversi al campionato per ricominciare dal dilettantismo provinciale, ma ognuno con la sua maglia. Gli amanti del calcio non si strapperanno certo i capelli: per loro ci saranno comunque il Matusa a 30 km, dove sarà possibile vedere dal vivo il Frosinone professionista, oppure la poltrona del salotto per ammirare il gran gioco delle squadre di altre città, comprese quelle cosiddette “del cuore” che militano in serie A. Anche per noi tifosi Sorani non sarebbe un dramma: certo, impiegheremmo mesi per digerire una nuova umiliazione dopo quella del 30 Giugno 2005, ma a lungo andare l’amore per la Maglia Bianconera, che è indistruttibile, vincerà ancora una volta. Perché la categoria, la vittoria e la classifica, per chi come noi sa solo amare, sono solo inutili particolari. Il Sora, per noi, è uno di famiglia.

UNA SQUADRA DI SORANI (O DEL SORANO)
Qualche considerazione va fatta anche sul futuro, come lo sognamo noi. A metà Luglio verranno consegnati i lavori per la realizzazione di due campi in erba sintetica di ultima generazione, uno al “Giuseppe Panico” e l’altro al “Claudio Tomei”, quest’ultimo omologato fino alla Serie B “nella speranza – parole del sindaco Tersigni – di doverlo omologare nuovamente in futuro per una serie superiore”. Con i nuovi campi a disposizione, secondo indiscrezioni, confluiranno su Sora non meno di 400 ragazzi per dar vita ad un grande vivaio che permetterà alla sacra maglia di giocare in tutti i campionati giovanili. A quel punto – aggiungiamo noi – coinvolgendo nel progetto tutti i personaggi, Sorani di nascita o acquisiti, che hanno fatto la storia della Maglia che amiamo e che hanno messo su famiglia qui in città, potremo iniziare la scalata alla Serie B, l’unica categoria degna della nostra passione centenaria, con il sudore, le gambe e la classe dei Figli di Sora (o del Sorano). Non ci riusciremo? Pazienza. Ci vorrà molto tempo? Nessun problema. Per un grande Sora di Sorani siamo disposti ad aspettare anche molti lustri, per una squadra di calcio no.

SPORT E POLITICA
In conclusione, ci preme sottolineare un concetto che riteniamo di fondamentale importanza. Il nostro lavoro ci porta ad ascoltare quotidianamente le opinioni delle persone sugli argomenti che caratterizzano la vita delle comunità in cui viviamo. Ebbene, possiamo affermare con assoluta certezza quanto segue: se una eventuale fusione del Sora e dell’Isola Liri Calcio è vista dai più come un oltraggio, nel caso dell’unione dei due Comuni nel nuovo Municipio di Sora-Isola Liri, il discorso cambia perché la percentuale dei “No” scende sensibilmente. Su questo punto, non sulla passione degli innamorati biancorossi e bianconeri, dovrebbero insistere a nostro parere i sindaci Tersigni e Duro.

Un caro saluto a tutti i Cacannacqua
Lorenzo Cinciaro Mascolo

Commenti

wpDiscuz
Menu