27 aprile 2015 redazione@sora24.it
LETTO 35.065 VOLTE

Terremoto: il “presagio” di Balsorano

Saranno anche antiche credenze popolari, ma nella mente della gente uno più uno fa due in pochi istanti e ancora meno tempo è necessario per impressionarsi ripensando a due “eventi” tra loro coincidenti. Siamo a Balsorano, comune alle porte di Sora, è domenica mattina e si sta svolgendo la processione patronale in occasione del centenario del devastante terremoto del 1915, 30 mila morti tra Marsica, Valle di Roveto e Sorano, interi paesi rasi al suolo.

Secondo quanto riportato dalla testata giornalistica telematica TG24, improvvisamente la statua di S. Giorgio Martire è caduta a terra danneggiandosi. Poche ore dopo, in piena notte, è arrivata la scossa 3.2, breve ma così “energica” da riuscire a svegliare tutti, con epicentro proprio vicino al centro abruzzese.

Naturalmente non c’è nulla in grado di collegare i due eventi dal punto di vista scientifico, tuttavia qualcuno ha subito gridato al presagio. Il breve sisma della scorsa notte, pertanto, verrà certamente ricordato come la scossa verificatasi dopo la caduta della statua, che, per la cronaca, è già in fase di restauro.

Commenti

wpDiscuz
Menu