venerdì 22 aprile 2016 redazione@sora24.it

Tersigni prova a demolire il Movimento Cinque Stelle

Come riportato stamane sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi nell’articolo a firma di C.A..

“Un pesante “uno-due” da far vedere le (Cinque) stelle, ma anche notizie sull’ex Tomassi. Mettendo da parte il linguaggio pugilistico è davvero durissima nei toni e nei contenuti la presa di posizione della maggioranza consiliare nei confronti degli esponenti locali del Movimento 5 Stelle. Relativamente alla petizione relativa all’acqua pubblica, discussa nell’ultimo consiglio comunale, il gruppo che sostiene Ernesto Tersigni definisce infatti il risultato del dibattito consiliare una «grave sconfitta per Pintori» (il candidato sindaco dei grillini), sottolineando inoltre che «Sora non accetta il populismo».

Per la maggioranza «ancora una volta emerge la demagogia e l’impreparazione dei rappresentanti a Cinque stelle, intenzionati solo ad acquisire consensi elettorali, speculando sui bisogni dei cittadini». Infatti, nel corso dell’assise, «la proposta è stata dichiarata nella sua forma originaria illegittima», perché la modifica dello Statuto, così come impostata dal M5S «non poteva essere approvata perché in contrasto con l’art. 6 del Codice degli Enti Locali».

Nel dettaglio viene spiegato che «purtroppo l’idea, probabilmente copiata dal Comune di Bologna, è finalizzata al raggiungimento dell’obiettivo dell’acqua pubblica mediante “Coordinamento della propria azione con gli enti territoriali competenti” quindi, da attuarsi di concerto con Stato e Regione». Ma la variazione proposta «non è configurabile come obiettivo programmatico del Comune di Sora» perché nell’articolo in questione «vengono definiti i caratteri fondamentali del Comune e fra essi non può rientrare il potere di disciplinare l’acqua pubblica».

Nonostante tutto, «nel pieno rispetto dei 500 cittadini che hanno firmato la sottoscrizione, consapevoli della campagna fuorviante condotta da Pintori», la maggioranza ha comunque «deciso di approvare in Consiglio una correzione che elimina gli aspetti illegittimi della richiesta». In definitiva «la modifica di è da considerarsi una vittoria della democrazia cittadina ma una grave sconfitta per la demagogia dei grillini».

Il gruppo consiliare di Tersigni annuncia però anche «buone notizie in arrivo per il nodo dell’ex Tomassi». Infatti, con l’approvazione delle disposizioni per la definizione dei programmi di riqualificazione urbana, sarà possibile completare tutti gli interventi già avviati nell’ambito del programma di San Giuliano, quindi anche l’intervento dell’ex Tomassi, «la cui posizione giuridica è aggravata dalla procedura fallimentare nella quale si è inserita la società Aros che sta lavorando per presentare un progetto di completamento e ottenere una rateizzazione dei debiti, fra i quali oltre 1.000.000 di euro a favore del Comune di Sora». La maggioranza spiega di aver «votato a favore di questa delibera per dare un aiuto ai numerosi investitori che, in questo modo, potranno recuperare parte dei loro capitali»”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti